iPhone 12, confermati quattro nuovi modelli lanciati da Apple

Il famosissimo leaker e YouTuber Jon Prosser ha rilasciato tutti i dettagli sull’imminente gamma di iPhone 12, inclusi nomi ufficiali, display, spazio di archiviazione e prezzi.

La nuova gamma di iPhone 12 non ha praticamente quasi più segreti riguardo hardware e software. A confermare le indiscrezioni già arrivate a febbraio oltreoceano dal blog giapponese Mac Otakara e dall’analista esperto della Mela, Ming Chi Kuo, ci ha pensato il famoso leaker e YouTuber  Jon Prosser, che in queste settimane sta diventando un vera star del web. Rivelate praticamente tutte le anticipazioni sui nuovi dispositivi Apple in uscita nei prossimi mesi, comprese le AirPods Studio, le nuove cuffie wireless.

In sostanza sono confermati i quattro modelli. Quindi due versioni “base”, le quali dovrebbero avere display da 5,4″ e 6,1″ per il modello Max, e i due modelli Pro che dovrebbero essere da 6,1″ e 6,7″. Confermata la qualità degli schermi a seconda delle fasce. Sui modelli diciamo “di base” i leaks assicurano che ci sarà un Display Super Retina OLED prodotto dalla casa cinese BOE, mentre sui Pro dovremmo avere display tutti da scoprire come il Super Retina OLED XDR produzione Samsung (con una profondità di 10 bit).

nuovi melafonini avranno molte caratteristiche in comune con l’iPad Pro lanciato pochi mesi fa. Cornice laterale completamente in metallo, design simile a quello dell’iPhone 5, nessuna curva sui lati e un notch molto più piccolo, grazie ai nuovi sensori del FaceID.

iPhone 12 e iPhone 12 Max

nuova gamma iPhone 12

I due modelli base saranno identici. L’unica differenza sarà la grandezza dello schermo. L’iPhone 12 avrà un display da 5,4 pollici e si candida a essere uno dei migliori smartphone compatti dell’anno, mentre la versione Max avrà uno schermo da 6,1 pollici. In entrambi i casi si tratta di display OLED. A bordo ci sarà il chipset A14 Bionic con a supporto 4GB di RAM e 128GB o 256GB di memoria interna. Nella parte posteriore troveranno posto due fotocamere da 12 Megapixel, soluzione già adottata lo scorso anno. Certa la presenza del modem 5G.

Già anticipati anche i rumors sui prezzi:

  • iPhone 12 – 649 dollari e 749 dollari
  • iPhone 12 Max – 749 dollari e 849 dollari

iPhone 12 – 5.4″
– Schermo Super Retina OLED prodotto da BOE
– 4GB di RAM
– Corpo in alluminio
– Processore A14
– Chip 5G
– Doppia fotocamera
– $649 (128GB) e $749 (256GB) 

iPhone 12 Max – 6.1″
– Schermo Super Retina OLED (BOE)
– 4GB di RAM
– Corpo in alluminio
– Processore A14
– Chip 5G
– Doppia fotocamera
– $749 (128GB) e $849 (256GB)

iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max

Come nel caso precedente, le uniche differenze tra i due modelli premium sarà la grandezza dello schermo: 6,1 pollici nel primo caso, 6,7 pollici nel secondo. Lo schermo sarà un Super Retina con supporto alla tecnologia Pro Motion che permette di adattare il refresh rate fino a 120Hz a seconda dell’app utilizzata. Sotto la scocca ci sarà il chipset A14 Bionic con 6GB di RAM e 128GB, 256GB o 512GB di memoria interna.

Una delle caratteristiche principali dei modelli premium sarà però la presenza di quattro fotocamere. Oltre al sensore principale, ci sarà un obiettivo grandangolare, un teleobiettivo e una fotocamera LiDAR dedicata esclusivamente alla realtà aumentata e agli oggetti 3D. Si tratta dello stesso sensore presente anche sull’iPad Pro 2020. I tre sensori saranno tutti da 12 Megapixel. I prezzi di iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max?

  • iPhone 12 Pro – 999 dollari. 1099 dollari e 1299 dollari
  • iPhone 12 Pro Max – 1099 dollari, 1199 dollari e 1399 dollari.

iPhone 12 Pro 6.1″
– Schermo Super Retina OLED XDR (prodotto da Samsung, profondità colore 10 bit)
– 6GB di RAM
– Corpo in acciaio inox
– Processore A14
– Chip 5G
– Tripla fotocamera con sensore LiDAR
– $999 (128GB), $1.099 (256GB) e $1.299 (512GB)

iPhone 12 Pro Max 6.7″
– Schermo Super Retina OLED XDR (prodotto da Samsung, profondità colore 10 bit)
– 6GB di RAM
– Corpo in acciaio inox
– Processore A14
– Chip 5G
– Tripla fotocamera con sensore LiDAR
– $1.099 (128GB), $1.199 (256GB) e $1.399 (512GB)

Le precedenti informazioni raccolte su iPhone 12

Già in precedenza il blog giapponese Mac Otakara aveva offerto alcuni dettagli su questi dispositivi. Si diceva che le informazioni provenivano da fonti all’interno della catena di approvvigionamento di Apple in Cina. Si parlava quindi già di un modello da 5,4 pollici, due modelli da 6,1 pollici e un modello da 6,7 ​​pollici.

Il rapporto raccolto da Mac Otakara, indicava già che la linea di iPhone 12 poteva avere lo “stesso design della scocca” dell’iPhone 11, con l’unico elemento di differenziazione nella tecnologia della fotocamera. Ciò contraddiceva i precedenti rapporti dell’analista Ming-Chi Kuo, il quale affermava a più riprese che l’iPhone 12 avrebbe presentato un design molto più simile a quello dell’iPhone 4 come parte di una significativa riprogettazione del telaio.

Trattandosi di una traduzione automatica dal Giapponese occorre tenere conto di possibili imprecisioni, in particolare per quanto riguarda il design. Nel report infatti non emergono in nessun punto riferimenti al nuovo design che Ming Chi Kuo ha già indicato diversi mesi fa diverso da quello attuale, con bordi e angoli arrotondati, per passare a un design più squadrato che ricorda sia quello di iPhone 4.

Le probabili dimensione di iPhone 12 da 6,7″

Il rapporto proseguiva affermando che il modello di iPhone 12 da 5,4 pollici avrebbe avuto un’altezza “a metà strada tra iPhone SE e iPhone 8”, mentre la versione da 6,1 pollici sarebbe stata a metà strada tra iPhone 11 e iPhone 11 Pro Max. L’iPhone 12 da 6,7 ​​pollici sarebbe stato “leggermente più alto dell’iPhone 11 Pro Max“.

Il rapporto affermava anche che l’iPhone 12 da 6,7” avrevve avuto uno spessore di 7,4 mm, che è notevolmente più sottile del design da 8,1 mm dell’iPhone 11 Pro Max. Il rapporto rilevava inoltre che l’iPhone 12 da 6,7 ​​pollici sarebbe stato dotato di un sistema di fotocamera con un “sensore più grande rispetto alla fotocamera posteriore di iPhone 11 Pro Max”. 

Fotocamera? Per i modelli premium si diceva tripla

fotocamera nuovo iPhone

Veniva confermato dal blog giapponese il precedente rapporto dell’analista Kuo, ovvero i modelli da 5,4 pollici e 6,1 pollici presenterebbero configurazioni a doppia fotocamera. Kuo aveva inoltre affermato di una variante separata del modello da 6,1 pollici che presenterà una configurazione a tripla fotocamera, oltre a un sensore 3D, così come per il modello da 6,7 ​​pollici.

In sintesi questi i rapporti attuali

  • Il modello da 6,7 ​​pollici avrà uno spessore di circa 7,4 mm, che sarebbe quasi il 10% più sottile dell’iPhone 11 Pro Max a 8,1 mm
  • Tutti e quattro i nuovi modelli di iPhone avranno display OLED e Face ID
  • L’altezza del modello da 5,4 pollici sarebbe tra l’iPhone SE e l’iPhone 8, mentre almeno uno dei modelli di iPhone da 6,1 pollici avrebbe un’altezza compresa tra iPhone 11 e iPhone 11 Pro
  • Il modello da 6,7 ​​pollici sarà leggermente più alto dell’iPhone 11 Pro Max
  • I modelli da 5,4 pollici e l’estremità inferiore da 6,1 pollici avranno array di telecamere posteriori a doppio obiettivo identiche a quelle dell’iPhone 11
  • Il modello da 6,7 ​​pollici avrà una fotocamera posteriore a tripla lente con sensori più grandi rispetto all’iPhone 11 Pro Max
  • 5,4 pollici, 6,7 pollici e almeno un modello da 6,1 pollici avranno diversi numeri di fori per microfono nella parte inferiore

iPhone 12, confermati quattro nuovi modelli lanciati da Apple - Ultima modifica: 2020-05-13T09:15:59+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test Storage Intelligente
Evento Online

Fai diventare la tua impresa smart

Iscriviti all'evento online: dallo smart working alla digital transformation: gli esperti di tecnologia e lo chef Simone Rugiati, approfondiranno le sfide e le opportunità che abbiamo davanti, come imprese e come Paese, per passare dall’emergenza alla ripresa e per fare un salto culturale e tecnologico verso il futuro. Per costruire, insieme, l’Italia di domani.

You have Successfully Subscribed!