Google Maps testa le segnalazioni di autovelox e incidenti

Un gruppo di utenti sperimenta in anteprima una lodevole funzionalità futura di Google Maps: la segnalazione di autovelox ed incidenti lungo il percorso.

Avvistati i primi test relativi a una funzione molto attesa dagli utenti di Google Maps: presto potrebbero essere disponibili le segnalazioni sulla posizione di autovelox ed incidenti.google maps autovelox incidenti

Non è la prima volta che se ne sente parlare in giro: già lo scorso mese di novembre l’applicazione di mappe made in Mountain View è stata al centro dei riflettori per la chiacchierata possibilità di mostrare la posizione degli autovelox.
Per quasi due mesi non ne abbiamo saputo più nulla, ma di recente alcuni utenti che utilizzano in maniera regolare Google Maps si sono accorti di qualche modifica decisamente gradita.
Sembra che un fortunato e ristretto gruppo di persone abbia potuto già sperimentare la bontà delle segnalazioni di autovelox di Google Maps: si tratta di utenti all’interno del territorio degli Stati Uniti che, senza necessità di eseguire aggiornamenti o regolare particolari opzioni, hanno iniziato a notare avvisi degli autovelox sul famoso navigatore per smartphone.

La funzione in Google Maps che mancava

Si tratterebbe di certo di un update davvero significativo per Google, dal momento che tutti coloro che utilizzano Maps per i propri spostamenti richiedono da anni (e a gran voce) di beneficiare di una funzione di questo tipo.
La ciliegina mancante sulla torta: con un software già ben sviluppato e dotato di innumerevoli funzionalità, arricchito di recente della possibilità di utilizzare i percorsi misti per i pendolari, o di contattare un’azienda direttamente dall’app delle mappe, quello che mancava era proprio la funzione più basilare per un navigatore.

Il segnalatore di autovelox, comunque, potrebbe non essere così prossimo: sarebbe soltanto il primo passo di un percorso che dovrebbe poi portare alla release dell’aggiornamento ufficiale per tutti.

Quel che fa ben sperare, però, è la differenza attuale rispetto a quanto emerso nel mese di novembre: se all’epoca i prescelti potevano segnalare la presenza di autovelox ed incidenti, ora i fortunati fruitori dell’anteprima delle segnalazioni possono anche visualizzare gli stessi lungo la mappa.
Stando a quanto riferito da uno degli utenti selezionati, gli autovelox su Google Maps compaiono tanto in forma grafica, con un’icona distintiva situata nel punto esatto della mappa dove è collocato il segnalatore, quanto con un suono di notifica.

In questo modo, anche mantenendo lo sguardo sulla strada, Google Maps può avvisare il conducente di controllare la velocità di marcia senza richiedere di spostare l’attenzione sul display dello smartphone.

Insieme alla possibilità di conoscere le posizioni degli autovelox, l’aggiornamento di Maps – che dovrebbe avvenire solo lato server – porta con sé anche l’indicazione di incidenti lungo il percorso.
Oltre per la consueta importanza della sicurezza dei suoi utenti, dunque, ancora una volta Google si muove in direzione di vantaggiosa comodità per tutti coloro che utilizzano i suoi servizi.

Tuttavia, nell’attesa di questo tanto sperato aggiornamento, è possibile comunque usare un’altra applicazione del parco Google che fa le stesse cose da un po’ di tempo: si chiama Waze, ed è il navigatore social che già permette di conoscere in anticipo la posizione degli autovelox e la presenza o meno di incidenti sul percorso.


Google Maps testa le segnalazioni di autovelox e incidenti - Ultima modifica: 2019-01-18T08:49:18+00:00 da Maria Grazia Tecchia
IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!