Il Presidente del Consumer Business di Huawei in Europa spiega che la società cinese sta lavorando ad un top di gamma con quattro fotocamere posteriori e uno zoom che arrivi ad un ingrandimento di 10x.

huawei-smartphone-4-fotocamere

La redazione tedesca di AndroidPit ha scambiato quattro chiacchiere con Walter Ji, uno dei più importanti manager di Huawei in Europa, per quel che riguarda le direttive future che la società ha intenzione di seguire.

A quanto pare, Huawei ha le idee ben chiare, e ha confermato di voler lavorare soprattutto per rinfoltire l’offerta nel segmento dei dispositivi di fascia medio-alta.
In particolare, sembra che Huawei non trovi molto interessante lavorare a nuovi smartphone entry-level, per il semplice motivo che non crede siano in grado di offrire una soddisfacente esperienza utente.

Niente entry level, dunque, e nemmeno l’evoluzione dei dispositivi con Android One: Huawei nel 2019 mira a spodestare Samsung dalla sua posizione di leader del mercato insieme ad Apple, e pensa di poter raggiungere questo risultato solo lavorando su dispositivi top di gamma.

Le 4 fotocamere del prossimo Huawei

Walter Ji ha già delineato alcuni dei dettagli che potrebbe possedere un futuro top di gamma di Huawei: come tanti produttori del settore, anche Huawei ha fatto del comparto fotografico il suo cavallo di battaglia.
E lo ha migliorato ed ottimizzato al punto tale da riuscire a mettere a punto lo smartphone con la migliore fotocamera di sempre, apprezzato dalla stra-grande maggioranza della critica e da parte dei consumatori di tutto il mondo.

Parliamo del Huawei P20 Pro, il primo smartphone con 3 fotocamere che ha segnato una vera svolta nel settore, le cui orme sono state già seguite anche dal recente Mate 20 Pro.
Ma se Huawei è stata spesso pioniera in quest’ambito, prima proponendo la dicotomica fotocamera di Leica e poi aggiungendo ancora un ulteriore sensore, il prossimo anno un suo top di gamma dovrebbe incorporare ben quattro fotocamere posteriori.

Seguendo la scia del già ufficiale Samsung Galaxy A9, ma magari modificando la disposizione dei sensori, che da una posizione verticale potrebbe presentarsi con due doppiette sovrapposte.

Fino a questo momento, le tre fotocamere hanno ruoli ed obiettivi ben precisi:

  1. Il primo obiettivo è quello principale, che si occupa della risoluzione degli scatti;
  2. Il secondo, è il monocromatico che permette di incamerare più luce e di migliorare quindi la qualità della foto;
  3. Il terzo, invece, è quello dedicato allo zoom.

A cosa potrebbe dunque servire una quarta fotocamera?
Ad aumentare lo zoom: il manager ha spiegato che a Huawei non basta più uno zoom da 3x o 5x, e punta all’implementazione di un teleobiettivo capace di arrivare ad uno zoom di 10x.

Che sia completamente ottico, oppure sostenuto da uno digitale, non è ancora dato saperlo, così come non sappiamo ancora se si tratterà del prossimo flagship della linea “P”, oppure della linea Mate.

Quel che sappiamo, però, è che durante il corso del prossimo anno potremo davvero vederne delle belle: Huawei si prepara ad offrire al mondo il suo primo smartphone con connettività 5G, ma anche il suo primo pieghevole, oltre alla sopraccitata punta di diamante con quattro sensori fotografici.

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!