Papa: l’App dei nonni per avere “nipoti su richiesta”

Una nuova applicazione per smartphone permette alle persone anziane di assicurarsi un po’ di tempo in compagnia: i finanziamenti per l’app Papa sono già milionari.

Papa è un’app che consente a persone di una certa età di prenotare un periodo di spensieratezza in compagnia di giovani volenterosi. L’applicazione per smartphone e computer sta facendo parlare di sé negli Stati Uniti, dove è stata creata e dove ha già ricevuto un round di finanziamenti pari a 10 milioni di dollari.

Papa è stata soprannominata “l’applicazione dei nipoti” dato che permette ad adulti costretti a stare da soli di trovare conforto e amicizia in persone più giovani, come se questi ultimi fossero proprio dei nipoti a tempo.

L’app Papa e l’aiuto ai senior

Papa è stata fondata nel 2016 da Andrew Parker, oltre che come un’app, Papa si presenta come un’azienda digitale dedicata alla salute che fornisce “nipoti su richiesta” agli anziani. Al fine di aiutare a curare l’epidemia di solitudine che in tempi recenti, complice l’allungamento della vita, colpisce, secondo un rapporto del Dipartimento della salute degli Stati Uniti, circa il 28% degli anziani negli Stati Uniti, ovvero più di 13 milioni di persone, l’app Papa cerca di rendere meno difficili le vite di chi abita da solo.

Come capitato in altre startup di successo, l’idea per Papa è venuta a Parker dopo un’esperienza personale: suo nonno, che soffre di demenza senile, aveva bisogno di un aiuto in casa. Dall’acquisto del cibo agli spostamenti, era necessario per l’anziano trovare un supporto stabile e affidabile.

Ma “papa”, come la famiglia di Parker chiamava il nonno, non aveva bisogno solo dei tradizionali servizi di assistenza domiciliare, bensì di una connessione sociale. La famiglia mise quindi in contatto il parente con uno studente universitario per aiutarlo a gestire la sua vita quotidiana e per fargli compagnia.

App Papa nonni e nipoti

Il successo dell’app dei nipoti

Quella connessione tra due generazioni distinte ha ispirato il progetto: così è nata l’app Papa – “nipoti su richiesta“. La società utilizza strumenti digitali, come un sito web, un’app mobile e un call center per abbinare gli anziani a studenti universitari. L’azienda fa parte di un sottogruppo di startup tecnologiche per la salute che rispondono ai bisogni sociali degli anziani ed effettua severi controlli sui giovani disponibili.

Parker ha affermato che i Papa Pals, così vengono chiamati i “nipoti a noleggio”, devono sottoporsi a un test della personalità e ad altri esami per accertare che abbiano il tipo di personalità necessario. Solo il 15% dei candidati diventa un Papa Pals e questi  vengono poi pagati all’ora. Molto spesso, sono le assicurazioni mediche a coprire le spese dei richiedenti, dato che la funzione di Papa App è reputata un servizio medico utile alla comunità.

La diffusione di Papa app

Gli studenti offrono momenti di compagnia sotto forma di passeggiate condivise, aiuto in casa e altre attività. I principali piani sanitari si occupano del conto da pagare perché l’app Papa ha dimostrato che il servizio può migliorare significativamente lo stato di salute delle persone anziane. I servizi finora disponibili per i membri comprendono la semplice compagnia, il trasporto non di emergenza per appuntamenti medici, la spesa e l’assistenza organizzativa in generale. Dopo l’investimento ricevuto, l’app Papa è disponibile in 14 stati americani, fra cui i popolosi Texas, California e Florida e, come spiegato da Parker, Papa utilizzerà i finanziamenti per espandere i suoi servizi a una più ampia popolazione di anziani, attraverso partnership con piani assicurativi e pensionistici.

Papa amplierà inoltre la sua presenza di servizi nel 2020 a 25 stati USA per rispondere alle numerose domande arrivate.

App Papa nonni e nipoti


Papa: l’App dei nonni per avere “nipoti su richiesta” - Ultima modifica: 2019-11-01T07:26:56+00:00 da Andrea Indiano

Giornalista con la passione per il cinema, le innovazioni, la tecnologia, ha vissuto per anni a Los Angeles da dove è stato corrispondente per diverse testate italiane. Ha studiato a Venezia e in Giappone, autore del libro "Hollywood Noir"

IQ Test Storage Intelligente

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!