Rendering del cervello come opere d’arte

Il radiologo francese Denis Ducreux trasforma le risonanze magnetiche del cervello in immagini artistiche che raccontano il subconscio

Le risonanze magnetiche del cervello possono diventare arte. A trasformarle in opere artistiche, con forti legami al subconscio umano, è il dottor Denis Ducreux, professore di neuroradiologia dell’Università di Paris-Sud.Il medico, che dal 2017 utilizza un macchinario di ultima generazione di GE Healthcare per catturare le immagini grezze, rappresenta in 3D il cervello analizzato dalla risonanza e crea rendering ricchi di forme e colori.

denis ducreux

Denis Ducreux e il software di neuroimmagini

Il macchinario gli permette di vedere piccoli dettagli nel cervello: ha così evidenziato con sfere verdi la materia grigia e con linee rosse i percorsi della materia bianca; più grandi sono le sfere, più ci sono connessioni tra loro e lungo il percorso della materia bianca, maggiore è la connessione neurale. Per le rielaborazioni sfrutta un software di neuroimmagini sviluppato personalmente, che gli permette di tracciare le fibre del cervello. Il suo lavoro è ora fondamentale per la ricerca, che mira a capire come funziona l’elaborazione emotiva degli esseri umani.


Rendering del cervello come opere d’arte - Ultima modifica: 2019-04-08T08:15:21+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!