Il Galaxy S9 è un aggiornamento che si attiene sostanzialmente all’aspetto del dispositivo precedente, il che è probabilmente il motivo principale per cui l’azienda si concentra specificamente sulla nuova fotocamera dello smartphone di punta per questa edizione.

Il Galaxy S8 e S8+ disponevano già una delle migliori fotocamere per smartphone a disposizione e il Galaxy S9 e S9+ sembravano essere i migliori contendenti per garantire a Samsung un posto tra le migliori opzioni disponibili nel 2018. Ma la cosa più interessante della fotocamera potrebbe essere quanto risulti centrale per l’S9 e il suo lancio.

Samsung Galaxy S9 Fotocamera

Fotocamera Samsung Galaxy S9 : una home lontana dalla home

Samsung è pienamente consapevole del fatto che le persone trascorrono molto tempo sull’app della fotocamera e desidera fornire agli utenti ancora meno motivi per allontanarsene.

Sul lato della user experience, non è più necessario pescare in un sottomenu per trovare tutte le varie modalità di scatto disponibili: sono elencate in alto in un’intestazione selezionabile ed è possibile anche scorrere verso sinistra e destra per selezionare rapidamente le varie opzioni. È una soluzione intelligente e semplice per quello che era uno degli aspetti più deprimenti dell’esperienza con la fotocamera del modello S8.

Nel Samsung Galaxy S9 si fa tutto dalla Fotocamera

Tutto può anche essere facilmente condiviso con amici con varie app social e tramite messaggio, ecc… dall’app della fotocamera. La fotocamera è ora anche una fonte di shopping e raccolta di informazioni, grazie alle funzionalità intelligenti Bixby che utilizzano il riconoscimento dell’immagine per fornire collegamenti commerciali diretti o per tradurre la segnaletica al volo.

Lo smartphone Samsung è ancora dotato di una tradizionale schermata iniziale, ovviamente (non è come se si inserisse direttamente nella fotocamera all’avvio), ma si può intuire come plausibilmente abbiano giocato con questa idea, prima di definire questo modello di fotocamera hub. Sembra ancora che Samsung sia solo a un soffio dal prendere in prestito la celebre frase di Snap per descriversi: “Siamo una società di macchine fotografiche” e, come noto, Samsung in realtà era solito produrre fotocamere dedicate, quindi non si tratterebbe neanche di un’affermazione fuori luogo.

Samsung Galaxy S9: fotocamera con ottiche raffinate

Samsung si comporta come una società di macchine fotografiche anche per quanto riguarda le effettive ottiche fotografiche dell’S9. La fotocamera base del Galaxy S9 e S9+ ha un’apertura meccanica variabile, ad esempio, passando da F1,5 in condizioni di scarsa luminosità a F2,4 in condizioni più luminose. Questa è una novità importante non solo per aiutare a ridurre il rumore nei punti più scuri, ma anche quando si tratta della modalità di scatto “Pro” della fotocamera, poiché è possibile impostare manualmente l’apertura su qualsiasi dei due si desideri. Questo è ottimo per quando si cerca specificamente di aggiungere profondità all’immagine tramite sfocatura, ad esempio, o quando si desidera una profondità di campo più piatta per i ritratti.

La nuova fotocamera porterà anche a risultati migliori in quasi tutte le situazioni in cui si utilizza lo scatto automatico. Inoltre, guardare un diaframma effettivamente chiuso espandersi su una fotocamera dello smartphone quando si regolano le impostazioni è davvero molto appariscente.

Samsung Galaxy S9 Plus: fotocamera doppia

Samsung Galaxy-S9 Plus Fotocamera doppia

Infine, Samsung ha anche deciso di seguire la strada di Apple e di altri rivali e di mettere più fotocamere nel più grande S9+. Ciò significa che si disporrà di uno zoom ottico 2x fisico dedicato grazie al secondo obiettivo, che ha una lunghezza focale maggiore. Quell’obiettivo aggiuntivo non ha la caratteristica di apertura variabile, tuttavia, quindi non sarà in grado di far entrare tanta luce nelle situazioni di ripresa più scure.

In termini di specifiche, i Galaxy S9 e S9+ hanno entrambi una fotocamera posteriore da 12 megapixel, e una frontale da 8 megapixel e l’S9+ ha anche il teleobiettivo 2x e un sensore da 12 megapixel. I megapixel sono un dato, chiaramente, indicativo, poiché, in pratica, non significano più nulla dato lo stato dei dispositivi moderni.

Samsung Galaxy S9: migliore resa in condizioni di scarsa illuminazione

Samsung ha anche ottimizzato il suo doppio sensore per sfruttare al meglio l’acquisizione di luce in condizioni di scarsa illuminazione. Il nuovo sistema cattura sedici diverse esposizioni in una singola scena per confrontarne il rumore e cancellare una maggiore quantità del rumore digitale che si ottiene quando si utilizza un sensore piccolo in condizioni di scarsa illuminazione. Il risultato è un’immagine più fluida e luminosa.

Samsung ha mostrato diversi campioni di foto che ne hanno dimostrato l’efficace funzionamento, anche se sarebbe necessario un test notturno diretto per verificarne la piena validità.

Samsung sa bene che le riprese in condizioni di scarsa illuminazione, senza l’uso del flash, sono qualcosa che le persone vogliono davvero poter fare con i loro telefoni e hanno speso un sacco di sforzi per assicurarsi che la fotocamera generi i migliori risultati possibili. Sulla base di ciò che abbiamo visto, sembra che stiano decisamente muovendo l’ago in una direzione positiva per quanto riguarda questo tipo di fruizione della fotocamera.

Bitmoji incontra Animoji nel Samsung Galaxy S9

Samsung Galaxy S9 Fotocamera my-emoji

Dunque, Samsung sta facendo cose molto intelligenti e molto buone con la fotocamera, però sta anche facendo… altre cose, come il suo emoji animato, che è chiaramente una risposta all’animoji di Apple. Il problema è che anche in demo controllate, in cui ci si immagina che Samsung avrebbe fatto tutto il possibile per far sembrare questi emoji buoni, il risultato non è apparso proprio soddisfacente.

Con la nuova funzione, si genera l’avatar animato scattando una foto (durante la quale viene consigliato di non sorridere) e il telefono consente di usarla per esprimere emozioni con un set di emoji preimpostati. Il risultato non è sembrato spettacolare.

Bixby del Samsung Galaxy S9 diventa più intelligente, ma non ancora del tutto intelligente

Samsung Galaxy S9 Fotocamera Bixby

L’assistente Bixby di Samsung è tornato di nuovo sul modello S9 ed S9+ e ha trovato anche una casa nell’app della fotocamera. Bixby ha la capacità di identificare i prodotti e di offrire dei link per lo shopping, oltre, ad esempio, a funzionare con una nuova modalità di prova virtuale del trucco legata a Sephora. La mappatura del trucco funziona effettivamente bene, in base alla demo limitata e Samsung ha anche mostrato la capacità di fare altre cose, come identificare biciclette e fornire il giusto link per lo shopping.

La funzione è di per se abbastanza interessante, anche se è probabile che l’attrattiva di avere lo shopping online connesso direttamente all’app della fotocamera sia limitata (e potenzialmente eccessivamente invadente). Samsung utilizza Bixby anche per eseguire la traduzione in tempo reale della segnaletica e ne ha dato dimostrazione durante la presentazione.

Nonostante la funzione interessante, dalla presentazione è trapelata di fatto anche l’ancora inadatta capacità di tradurre in lingue diverse, oltre la singola parola, ponendo quindi questo aspetto ben lontano dalle performance di Google.

Samsung Galaxy S9: il più lento degli slow motionSamsung-Galaxy-S9-Plus Fotocamera super slow-motion

Tornando alle cose che Il Galaxy S9 di Samsung sa fare bene, c’è una nuova modalità di slow motion in grado di catturare fino a 960 fotogrammi al secondo per 0,2 secondi. Sembra una breve quantità di tempo, ma si traduce in 6 secondi di filmati riprodotti a velocità normale e risulta incredibilmente divertente.

La modalità super slow mo (che, per essere onesti, la Sony aveva sul suo XZ Premium l’anno scorso) è resa particolarmente eccezionale perché può funzionare automaticamente con una casella di rilevamento del movimento predefinita. Puoi impostare tu stesso le dimensioni e la posizione della casella, in modo da essere inquadrato esattamente dove si svolgerà l’azione, e poi filmare qualsiasi cosa accada in quell’area e la fotocamera la rallenterà a un livello strabiliante.

Questa modalità è disponibile anche manualmente se si ritiene di essere migliori del software nel trovare il momento o si sta solo rallentando un’azione continua, come cascate o precipitazioni. Le clip catturate possono essere facilmente condivise come GIF ovunque si voglia e si può anche salvarle immediatamente come sfondo animato.

Riassumendo il Samsung Galaxy S9

I Galaxy S9 e S9+ di Samsung sono contrassegnati come “la fotocamera reimmaginata” e, sebbene includa l’usuale quantità standard di iperbole di marketing, hanno davvero spinto la fotocamera in avanti. La cosa è fantastica perché la fotocamera dell’S8 rimane una delle migliori opzioni disponibili attualmente sul mercato, quindi questo miglioramento si basa su una reputazione già stellare, con modifiche che dovrebbero fare una grande differenza in termini di tipi di foto e clip che è possibile catturare.

Samsung Galaxy S9: la fotocamera diventa la nuova home ultima modifica: 2018-02-26T12:26:24+00:00 da Web Digitalic

No Banner to display

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!