Tutte le novità presentate all’evento Google di ottobre 2019

Pixel 4 è ufficiale, presentato a New York insieme al nuovo potente chromebook Pixelbook Go e il nuovo altoparlante intelligente Nest Mini, oltre a Google Stadia, il Netflix dei videogames

Sì è tenuto a New York l’atteso evento Google di ottobre 2019 in cui il momento clou era l’annuncio dei telefoni Google Pixel 4. Ma il Made by Google ’19 ha svelato numerosi prodotti firmati Big G di cui si erano vociferate specifiche tecniche e uscite. Un evento piuttosto modesto e diciamo senza fronzoli che si sapeva già un po’ tutto. La società ha annunciato un sacco di prodotti, tra cui appunto Pixel 4 e Pixel 4 XL, i nuovi auricolari Pixel Buds, il Netflix dei giochi Google Stadia, il nuovo router Nest Wifi, l’altoparlante intelligente Nest Mini e il nuovo chromebook di punta Pixelbook Go. Vediamoli nel dettaglio con data di uscita e prezzi.

Google Pixel 4 e Pixel 4 XL

Google Pixel 4

Pixel 4 e Pixel 4 XL sono stati svelati all’evento Google di ottobre 2019. I rumors precedenti al keynote di Big G sono stati piuttosto implacabili. Quindi tutto confermato. Il dispositivo ora dispone di sblocco facciale, un’altra aggiunta che porta i la gamma pixel in linea con la concorrenza.

Come con i suoi predecessori, Pixel 4 è disponibile sia in versione standard che XL, rispettivamente a 5,7 (full HD +) e 6,3 pollici (Quad HD +). Entrambi dispongono di una frequenza di aggiornamento massima di 90Hz per uno scorrimento e una reattività estremamente fluidi, ma la frequenza di aggiornamento si adatta automaticamente ai normali 60Hz in alcune circostanze per ottimizzare la durata della batteria.

A parte le dimensioni dello schermo e la capacità della batteria, i due nuovi Pixel offrono specifiche hardware identiche. Sono alimentati dal processore Snapdragon 855 di Qualcomm, e sono dotati di tagli di memoria da 64 GB o 128 GB con 6 GB di RAM.

Per la prima volta in casa Pixel presente una doppia fotocamera posteriore da 12 MegaPixel Dual-Pixel con OIS e apertura f/1,7 e pixel da 1,4micron, affiancata da una 16 MP Telefoto con apertura f/2,4, pixel da 1 micron e OIS. Entrambe sono posizionate all’interno di un modulo quadrato in leggero rilievo rispetto al retro in vetro dello smartphone.

Google Pixel 4 è pronto per il pre-ordine, a partire da 799 dollari. Inizia la commercializzazione il 24 ottobre nelle colorazioni Just Black, Clearly White e nella nuova / limited edition Oh So Orange. Il Pixel 4 XL parte invece da 899 dollari.

Pixel Buds di Google

Pixel Buds air pods di Google

Google ha presentato la nuova versione dei suoi Pixel Buds wireless. Gli auricolari piccoli e leggeri sembrano adattarsi perfettamente all’orecchio, un design discreto che massimizza la qualità del suono ma consente comunque un certo rumore ambientale. Una nuova funzione “suono adattivo” regola anche in modo dinamico il volume in base al rumore dell’ambiente circostante.

Sono inoltre progettati per funzionare su lunghe distanze. All’esterno, usando il Bluetooth, Google afferma che gli auricolari possono connettersi con lo smartphone a circa 90 metri di distanza.

Questo consentirebbe ad esempio di fare cose come allenarti in palestra con i Pixel Buds collegati con lo smartphone nell’armadietto. Collegati alla nuova custodia di ricarica arriverebbero fino a 24 ore di ascolto.

Per mettere le mani sui nuovi Pixel Buds bisognerà aspettare la primavera del 2020 con un prezzo al dettaglio di 179 dollari.

Google Nest WiFi

Google Nest WiFi

La prossima generazione della soluzione Wi-Fi di Google si chiama Nest WiFi. Un nuovo modo di distribuire internet in casa e successore di Google WiFi. Si distingue per il design cilindrico arrotondato. Inoltre, sono disponibili numerose opzioni di colore e si trasforma in Google Assistant in maniera identica a Google Home.

Il sistema è composto da un router Nest Wifi che si collega al modem e punti Nest Wifi separati che estendono in modalità wireless la portata del segnale del router è fungono da speaker intelligente con Assistant. Si faranno partire con la voce come accade per Google Home.

Infatti oltre a diffondere un segnale Internet veloce in tutta la casa, Nest Wifi promette di diffondere anche l’intelligenza ad attivazione vocale di Google Assistant in tutta la casa.

Il nuovo Nest Wifi sarà pienamente compatibile col vecchio Google Wifi, il che significa che potrete usare i satelliti di uno o dell’altro indifferentemente per espandere la vostra rete di casa.

Una configurazione in due pezzi, con il Nest Wifi Router e un Nest Wifi Point, avrà un costo di $ 269. Una configurazione in tre pezzi, con il Nest Wifi Router e due punti Nest Wifi, costerà $ 349 e promette di coprire case fino a oltre 1150 metri quadrati. Sarà disponibile a partire dal 4 novembre.

Google Nest Mini all’evento google di ottobre 2019

Google Nest Mini

L’ultimo speaker intelligente di Google Nest si chiama Nest Mini. Assomiglia ad un Google Home Mini, sebbene ci sono delle piccole differenze. Ora si nota un buco sul lato inferiore in modo da poterlo montare sul muro ed è presente un sensore per accendere le spie quando si sposta una mano verso il device. Avrà un costo di $ 49,99, lo stesso prezzo di Home Mini. Sarà disponibile a partire dal 22 ottobre.

Pixelbook Go all’evento Google di ottobre 2019

Pixelbook Go 2019

Altra forte attesa all’evento Google di ottobre 2019 era quella per il nuovo chromebook do Google. Pixelbook Go da 13,3 pollici può essere pilotato da un processore Intel Core m3 o un processore Intel Core i7, se si ha più disponibilità di portafoglio. Può anche arrivare a 256 GB di memoria e 16 GB di RAM. Il modello più costoso verrà anche con un display 4K.  È disponibile per il preordine ora con un prezzo iniziale di $ 649.

Google Stadia, il Netflix dei videogiochi

Google Stadia

Google ha annunciato anche Stadia, la sua piattaforma di gioco cloud, che verrà lanciata il 19 novembre. Sarà riproducibile in TV tramite Chromecast, la gamma Pixelbook di Google e i telefoni Pixel. A questo link trovate tutte le specifiche sui giochi presenti e i costi di acquisto.


Tutte le novità presentate all’evento Google di ottobre 2019 - Ultima modifica: 2019-10-16T06:30:44+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Packaging Premiere

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!