Questa è la lista delle donne più influenti nel digitale, nella tecnologia, nel mondo dell’innovazione in Italia; anzi sono le 15 che abbiamo scelto di segnalare tra le molte che lo avrebbero meritato, sono le DigiWoman 2018 di Digitalic.

Digiwomen 2018: le donne italiane da seguire nel digitale

Questa è una lista, non è un premio, non è una classifica e non è un censimento. Ogni anno raccogliamo le indicazioni dei nostri lettori sulle donne più influenti e che si sono particolarmente distinte nell’ambito dell’innovazione, della comunicazione, dei social, quelle che hanno saputo ispirarne altre, che sono di esempio per capacità, determinazione, umanità e volontà. Il nostro obiettivo è quello di segnalare delle persone e delle storie che possano rappresentare il variegato mondo della tecnologia, che possano raccontare percorsi diversi di realizzazione personale e professionale.

e Donne più influenti del digitale 2018 DigiWomen

DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

Come viene realizzata la lista delle donne più influenti nel Digitale in Italia

Questa lista delle donne italiane più influenti nel digitale, nella tecnologia, nell’innovazione viene realizzata attraverso le segnalazioni che arrivano dai lettori di Digitalic che pesano per il 50%, le indicazioni delle donne inserite l’anno precedente nella lista delle DigiWomen hanno un peso del 30%, il restante 20% viene attributo dalla redazione di Digitalic. Ogni anno segnaliamo 15 persone diverse per far conoscere il più ampio ventaglio possibile di storie e di persone. E allora eccole, in ordine alfabetico, le 15 donne brillanti di quest’anno, le Digiwomen 2018, le 15 storie che vale la pena leggere per prendere ispirazione.

ALESSANDRA ANTONETTI

Fondatrice di Aria Wearables

32 anni
LindenIN: alessandrantonetti

Alessandra Antonietti ha fondato Aria Wearables, una startup che ha creato una soletta intelligente per le scarpe: misura i passi e la temperatura del piede fornendo informazioni importanti per l’allenamento e per la salute.
Architetto e designer computazionale, Alessandra era affascinata dall’idea di poter trasformare oggetti ordinari in qualcosa di più. Da questo approccio a un design sperimentale è nata l’idea di Aria Wearables, che fornisce una soluzione anche per gravi problemi di salute che riguardano la circolazione. La sua capacità di trasformare un’idea innovativa anche in un’azienda di successo le ha fatto meritare un posto nella lista delle donne italiane più influenti nel digitale e nella tecnologia, un esempio da seguire per quelli che cercano una strada nel mondo dell’innovazione.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Alessandra Antonetti

Alessandra Antonetti DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

ROSSANA BOLIS

Director Field Marketing
CA Technologies per l’Europa del Sud

56 anni
Twitter: @Rossi_Bolis
Rossana Bolis, con un’esperienza di oltre vent’anni nel mondo del marketing per il settore hi-tech, non ha mai perso la voglia di innovare e di sperimentare. Ha saputo dare a CA Technologies un nuovo lessico nella comunicazione e realizzare iniziative che hanno diffuso la conoscenza, non solo dell’azienda, ma di tematiche significative per lo sviluppo tecnologico dell’economia italiana ed europea. In passato è stata responsabile degli eventi pan-europei di CA Technologies e ha sfruttato questa esperienza internazionale e inediti marketing mix per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. “Cerco di portare passione e dedizione nel mio lavoro, per l’azienda e per i bisogni dei clienti”.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Rossana Bolis

Rossana Bolis DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

SAMANTHA CRISTOFORETTI

Astronauta

41 anni
Twitter: @AstroSamantha

Samantha Cristoforetti è un’astronauta, ingegnere, pilota d’aviazione. È stata la prima donna italiana a compiere una missione nello spazio nel 2015, con la Spedizione Futura sulla ISS. La sua passione per l’innovazione, la ricerca, l’esplorazione è coinvolgente. È una delle persone più influenti nel mondo del digitale perché in ogni suo intervento riesce a comunicare con forza quanto la tecnologia possa migliorare la vita delle persone su questo piccolo pianeta blu chiamato Terra. Il suo account Twitter @AstroSamantha è un punto di riferimento per chi ama la scienza e lo spazio, ma non solo. La sua presenza social è un esempio di coerenza, fermezza ma anche di grande umanità nei confronti di tutti.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Samantha Cristoforetti

Samantha Cristoforetti DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

MARTINA FRANCESCA FERRACANE

Cofondatrice di Oral3D

27 anni
Twitter: @Martina__F

Martina Francesca Ferracane è ricercatrice Associate presso Ecipe (European Centre for International Political Economy). Il suo lavoro si è concentrato sul commercio digitale. Ha studiato i progressi tecnologici legati all’ Internet of Things e alla stampa 3D, anche nel contesto dello sviluppo economico e sociale a lungo termine. In precedenza, ha lavorato presso la Commissione europea (DG Devco) e all’UN-Escap a Bangkok. Ha co-fondato l’azienda innovativa Oral3D, per risolvere con la stampa 3D alcune problematiche del mondo dentistico. Le immagini tradizionali 2D generate dalle radiografie non sono perfette per i dentisti che devono preparare un’operazione e spiegare al paziente dove interverranno. Oral3D permette ai dentisti di creare modelli stampati in 3D della bocca del paziente in meno di un’ora, rendendo la chirurgia e la comunicazione più semplice.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Francesca Ferracane

Martina Francesca Ferracane DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

CAROLA FREDIANI

Giornalista, esperta di Cybersecurity

43 anni
Twitter: @carolafrediani

Carola Frediani è una giornalista dell’Agi (Agenzia Giornalistica Italia) esperta di cybersecurity, ha co-fondato l’agenzia indipendente Effecinque che ha saputo coniugare l’informazione e i nuovi strumenti digitali offrendo format innovativi come le animazioni e le infografiche interattive. Scrive di tecnologie, cultura digitale, privacy e hacking per molte testate. Ha pubblicato i libri “Dentro Anonymous”, “Deep Web. La rete oltre”, “Attacco ai pirati”. Il suo ultimo libro è “Guerre di rete”, edito da Laterza, in cui racconta come Internet stia diventando sempre di più un luogo nel quale governi, agenzie, broker di attacchi informatici e cyber-criminali ora si contrappongono, ora si rimescolano.
Il suo lavoro ha reso più comprensibile il mondo del cybercrime anche al di fuori del settore. La sua passione per la divulgazione delle tematiche legate al giornalismo nell’era digitale l’hanno portata a collaborare con il Festival del Giornalismo.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Carola Frediani

Carola Frediani DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

MILENA GABANELLI

Giornalista Corriere della Sera

64 anni

Milena Gabanelli ha innovato profondamente il modo di fare giornalismo in TV con la sua trasmissione Report, che ha avuto anche il merito di far crescere una nuova generazione di reporter di inchiesta. Con la nuova esperienza del Corriere della Sera Data Room sta innovando anche il mondo del giornalismo sulla carta stampata e sui media digitali. I suoi approfondimenti fatti di numeri affrontano temi complessi e spesso spinosi, aprono sempre il dibattito come è giusto che sia per ogni vera inchiesta. Ha portato il Data Journalism ad essere protagonista della discussione. È una delle donne più influenti nel digitale perché con il suo esempio, la sua determinazione, la sua coerenza ispira chi vuole trovare una nuova strada nella comunicazione. A lei i premi non piacciono molto, questo per fortuna non è un premio, ma il semplice riconoscimento della sua capacità di innovare in ogni ambito a cui applica la sua passione per l’informazione.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Milena Gabanelli

Milena Gabanelli DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

CECILIA LASCHI

Professore di Bioingegneria, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

50 anni
LinkedIn: cecilia-laschi

Cecilia Laschi è Professore Ordinario di Bioingegneria Industriale all’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Svolge ricerche nell’ambito della robotica umanoide, in particolare con l’applicazione di modelli neuroscientifici su robot e una linea di ricerca attuale riguarda la bioingegneria del neurosviluppo, cioè la progettazione e la realizzazione di dispositivi, tipicamente giocattoli, sensorizzati per il monitoraggio dello sviluppo neuro-motorio dei neonati. È pioniera nello sviluppo di soft-robot, i robot dagli arti morbidi come Octopus, ispirato al polpo. L’idea di un robot non rigido è stata un’innovazione dirompente. È indubbiamente una delle persone più autorevoli nel campo della robotica a livello mondiale.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Cecilia Laschi

Cecilia Laschi DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

ESTER LIQUORI

Fondatrice e Ceo di You are my Guide (Yamgu)

39 anni
Twitter: @esterliquori

Ester Liquori è cofondatrice di Yamgu che porta l’intelligenza artificiale al servizio del turismo. Yamgu integra i dati pubblici e quelli generati dagli utenti per creare percorsi personalizzati di esplorazione delle città, che vengono aggiornati in tempo reale. Di fatto Yamgu è una guida turistica personale alimentata dai dati. Grazie ai suoi consigli si possono scoprire eventi, mostre, fiere, gli orari di apertura dei luoghi di interesse, ma anche itinerari, mappe, spettacoli e molto altro ancora. Per ognuna delle attività proposte si possono poi acquistare i biglietti direttamente dalla App. Ester Liquori ha saputo innovare in un settore ad alta competizione come quello del turismo, con un progetto di respiro internazionale. Ha saputo unire globale e locale in modo nuovo.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Ester Liquori

Ester Liquori DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

ELISA D’OSPINA

Modella, presentatrice TV, blogger

35 anni
Twitter: @elisadospina

Elisa D’Ospina è una modella, una delle più richieste modelle curvy italiane e una delle opinioniste più apprezzate della TV italiana. È laureata in Scienze della Comunicazione con specializzazione in Psicologia e ha scelto di impegnarsi nella lotta contro i disturbi del comportamento alimentare. È una delle donne italiane più influenti nel digitale perché con la sua comunicazione, le sue scelte, i suoi interventi ha cambiato il modo di guardare al corpo delle donne, soprattutto il modo in cui le donne guardano al proprio corpo. La fermezza con cui si impegna su questo tema, unita alla profonda sensibilità con cui risponde alle donne che chiedono i suoi consigli, la forza con cui si oppone alle campagne (anche sotterranee) pro-anoressia e di body shaming, ne hanno fatto un punto di riferimento positivo per molte ragazze.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Elisa D'Ospina

Elisa D’Ospina DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

SIMONA PANSERI

Direttore Comunicazione e Public Affairs per il sud Europa di Google

47 anni
Twitter: @simonapans

Simona Panseri è ai vertici di Google in Europa, una carriera iniziata in questa azienda nel 2008 e che l’ha portata a guidare il team della comunicazione e delle relazioni con il pubblico. È l’esempio di come le materie umanistiche possano aprire carriere brillanti nel mondo della tecnologia, lei infatti è laureata in Filosofia con una specializzazione in Logica e Filosofia del Linguaggio. Oltre alla sua carica in Google, Simona Panseri ha scelto di mettere a disposizione le conoscenze e le sue capacità per lo sviluppo dei media alle nuove generazioni che vogliono seguire la carriera giornalistica in un mondo digitale che cambia rapidamente. È una delle ambasciatrici del Digital News Initiative di Google che finanzia i progetti di informazione innovativa.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Simona Panseri

Simona Panseri DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

FEDERICA PICCININI

Imprenditrice digitale, fondatrice di Sweet as a Candy e Glitterroom.it

35 anni
Twitter: @FedericaP83

Instagram: SweetasCandy

Federica Piccinini ha fondato nel 2009 Sweet As Candy, un blog di ispirazione che nel corso degli anni è cresciuto fino a diventare un magazine digitale di lifestyle: è una delle Mamme Blogger più amate e seguite e ha saputo conquistare il mondo del design, della moda e del beauty. Dopo gli studi in legge e la specializzazione come consulente del lavoro aveva messo da parte i suoi sogni creativi, ma nel 2009 con la nascita di Sweet as Candy questi hanno avuto la meglio. È nato così un blog, e una presenza social, in cui ha realizzato quello che amava di più. È una delle donne italiane più influenti nel digitale perché la sua storia e il suo esempio hanno saputo ispirare molte persone. Ha lanciato anche una nuova iniziativa imprenditoriale: glitterroom.it

Le Donne più influenti del digitale 2018: Federica Piccinini

Federica Piccinini DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

PAOLA PISANO

Docente di Gestione dell’Innovazione all’Università degli Studi di Torino
Assessore all’innovazione comune di Torino

42 anni
Twitter: @pisanoassessore

Paola Pisano ha portato la sua passione e le sue competenze sull’innovazione nella Pubblica Amministrazione. Sotto la sua guida la città si è data una strategia per il digitale, che comprende ad esempio lo sviluppo delle infrastrutture tecnologiche: Torino si è aggiudicata il primato di città più veloce d’Italia con la prima installazione di una rete 5G.
Il digitale a Torino non è però solo tecnica, le innovazioni sono state applicate per dare una nuova centralità nelle decisioni amministrative ai cittadini, attraverso piattaforme come Deciditorino o Torino Social Impact. È tra le donne più influenti del digitale in Italia perché ha saputo portare un approccio tecnologico e innovativo nella Pubblica Amministrazione.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Paola Pisano

Paola Pisano DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

TIZIANA SCANU

Responsabile PR Apple Italia

44 anni
LinkedIN: tizianascanu

Tiziana Scanu è la responsabile delle relazioni pubbliche di Apple in Italia dal 2003. In questi 15 anni ha seguito l’evoluzione tumultuosa di Apple, dando alle PR una caratteristica unica: l’eleganza; nelle relazioni, nei rapporti umani, nella guida professionale. Un tratto che la caratterizza da sempre e che è anche il carattere distintivo di Apple, che quindi non poteva scegliere meglio la sua rappresentante delle relazioni pubbliche. La sua elegante fermezza, la sua composta determinazione ha avuto una grande influenza sul mondo della tecnologia italiana. Un’influenza che, nel suo caso, non è fatta di proclami, ma di azioni, di disponibilità costante, di capacità di ascolto. Ha saputo incidere nel mondo dell’innovazione in Italia attraverso le profonde relazioni umane che ha costruito con una professionalità ferrea.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Tiziana Scanu

Tiziana Scanu DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

SARAH VARETTO

Direttore Sky TG24

46 anni
Twitter: @sarahvaretto

Sarah Varetto dirige dal 2011 Sky TG24 che sotto la sua guida è diventato un TG realmente digitale e multipiattaforma: dalla TV al Web, passando per i Social. Ha saputo decodificare le nuove esigenze del pubblico riguardo l’informazione creando un TG che interpreta al meglio i principi della multicanalità. Quella realizzata da Sarah Varetto e dal suo team è un’evoluzione tecnologica e di linguaggio che ha saputo mantenere l’autorevolezza del TG in ogni canale, avvicinandolo alle vere esigenze di informazione delle persone, nessun altro TG ha saputo fare lo stesso, accettando la sfida che arriva dalla rete e dai nuovi linguaggi. Il suo lavoro influenza e ispira tutti coloro che vogliono fare informazione oggi.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Sarah Varetto

Sarah Varetto DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

CLIO ZAMMATTEO

Imprenditrice digitale, cofondatrice di CliomakeUp

36 anni
Twitter: @ClioMakeUp

Instagram: @ClioMakeUp_Official

Clio Zammatteo ha costruito una realtà imprenditoriale solida nel mondo della bellezza, non solo digitale. Ha saputo creare soluzioni di successo nel mondo della comunicazione e anche in quello dei prodotti. Oggi ClioMakeUp è un sito, una comunità online e anche una linea di trucchi. Ha saputo coniugare il web con l’imprenditoria, è un punto di rifermento per l’intera comunità digitale italiana. È stata la prima Youtuber a portare questo linguaggio innovativo nella TV italiana conquistando un nuovo spazio e aprendo la porta ad altri; il suo approccio innovativo agli “how to” hanno influenzato non solo altri Youtuber ma tutta la comunicazione e la TV. Nella sua attività si è sempre impegnata nella valorizzazione delle donne, il suo approccio al makeup non è puramente estetico, ma emozionale. È nella lista delle donne italiane più influenti nel digitale per la sua capacità di innovare in diversi ambiti, mantenendo originalità e un rapporto di grande fiducia con il suo pubblico.

Le Donne più influenti del digitale 2018: Clio Zammato

Clio Zammato DigiWomen 2018: le Donne più influenti del digitale 2018

Vota la donna italiana più influente nel digitale per il 2018

>

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!