Tempo di bilanci, nell’Innovation Center di HP Italy. Nella sede di Cernusco sul Naviglio, nello showroom in cui sono esposti tutti gli ultimi prodotti lanciati dall’azienda, abbiamo parlato di innovazione con Tino Canegrati, Amministratore Delegato di HP Italy e Luca Motta, Printing Business Group Director di HP Italy.

UN 2017 A VALORE

Tino Canegrati è ottimista: “Il 2017 ha visto un cambiamento molto positivo. È stato un anno eccellente favorito dal fatto che i clienti hanno deciso di investire sul valore, sull’export e sull’innovazione. Il mercato ha fiducia nel futuro. Le aziende italiane hanno cambiato marcia e si sono concentrate sul portare novità e capacità di sviluppare business ai loro clienti”.
Emerge quindi un’attenzione maggiore alla creazione di valore e un ottimismo generalizzato. Questo ha portato beneficio a tutti, a maggior ragione ad aziende come HP. “HP in particolare beneficia della nuova situazione di mercato in quanto parte importante dell’offerta è legata a questi trend di innovazione”.
Gli esempi sono numerosi. “Abbiamo innovato nella stampa 3D e nel printing e, più in generale, nel mondo office. Creiamo dispositivi che danno libertà, adatti a lavorare in quello che noi chiamiamo l’ufficio del futuro – che però è già realtà – dove la flessibilità di utilizzo e l’attenzione alla sicurezza ci hanno permesso di incontrare il favore dei clienti”.

2018: GLI ANNUNCI DI HP

L’innovazione in casa HP non si ferma e anche il 2018 sarà un anno di grandi annunci. “Sono due le tendenze che seguiremo. Per prima cosa, puntiamo all’ampliamento dell’utilizzo di tutte le tecnologie che abbiamo lanciato. Da Page Wide alla stampa A3 nel printing, da Sprout nella blended reality, dove fisico e digitale si fondono, fino alla realtà virtuale di Z VR Backpack.
In secondo luogo, porremo sempre più attenzione al mondo dei servizi, basati sull’hardware e legati all’IT. L’Internet of Things infatti ci permette di migliorare l’esperienza dei nostri clienti. Parlo di manutenzione preventiva e gestione di parchi di device, per supportare i clienti nell’attività di tutti i giorni” continua Canegrati, che conclude: “HP da tempo ha a disposizione una rete IoT fatta da milioni di stampanti connesse”.

L’INNOVAZIONE CONTINUA

Per il settore printing di HP, il 2017 è stato un anno importante e impegnativo. “Abbiamo introdotto una nuova gamma di stampanti in formato A3, il nuovo portafoglio include 54 modelli differenti (di cui tre piattaforme PageWide e tredici piattaforme LaserJet), ed è progettato per consentire un maggiore livello di personalizzazione, in modo da soddisfare un’ampia varietà di esigenze di stampa da parte dei clienti. Inoltre, grazie alle funzionalità di sicurezza avanzate, i modelli A3 di HP sono tra i dispositivi multifunzione di fascia enterprise più sicuri al mondo. Sono in grado di autocontrollarsi e automanutenersi grazie alla tecnologia Sds (Smart Device Services), per il monitoraggio e la gestione dei dispositivi di stampa”.
Sia nel mondo laser che in quello inkjet, infatti, HP ha lavorato per migliorare l’esperienza cliente e la sicurezza. “Le stampanti HP hanno a bordo la possibilità di avere più di 200 livelli di impostazioni di security. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che i dispositivi di stampa sono tecnologie connesse a tutti gli effetti e devono quindi essere attrezzate per evitare attacchi e intrusioni esterne. HP garantisce una stampa sicura, garanzia di tranquillità, dove siano protetti dispositivi, dati, processi e flussi di lavoro” dice Luca Motta, Printing Business Group Director di HP Italy.

INNOVAZIONE NELLA STAMPA DOMESTICA ED EMOZIONALE

HP ha puntato a innovare anche nel mondo del printing domestico con HP Instant Ink. Luca Motta ne ha spiegato il funzionamento: “L’utente domestico usufruisce della stampa in modalità servizio, sottoscrivendo un abbonamento mensile. Può così stampare sia documenti che fotografie, senza preoccuparsi di acquistare le cartucce perché HP le spedisce direttamente a casa prima che finiscano”.
L’azienda ha lanciato anche tecnologie innovative per fissare in modo permanente i nostri ricordi dei momenti felici. “Cito la stampante Envy Photo, per ottenere fotografie realistiche con la massima versatilità, oppure HP Sprocket, stampante tascabile wireless per lanciare la stampa direttamente da smartphone sempre e ovunque.
Anche il 2018 ci vedrà impegnati a reinventare la stampa” spiega Motta. Basti pensare che l’innovazione di HP uscirà dall’ambiente terrestre: l’azienda ha stretto un accordo con la Nasa e ha sviluppato una stampante pensata espressamente per l’utilizzo sulla stazione spaziale in assenza di gravità, la HP Envy Zero-Gravity. Grazie a una completa re-ingegnerizzazione delle componenti e all’utilizzo di materiali speciali e tecnologie per la stampa 3D, HP è riuscita a rispondere alle richieste specifiche della Nasa.

Tino Canegrati HP

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!