Viaggi: come sta cambiando il turismo

Il Turismo sta affrontando una crisi mai vista, ma ha tutte le risorse per riprendersi e cambiare, come ha già fatto molte volte.

In questi giorni in cui il settore del turismo in Italia sta soffrendo e cerca ogni strumento possibile per non finire in ginocchio siamo di fronte all’emergenza Coronavirus, siamo certi che troverà la forza e le idee per risollevarsi. Ha affrontato crisi e cambiamenti radicali, si è adattato al web e poi al nuovo modo di comunicare il viaggio con i travel blogger. Quella di questi giorni è una crisi profonda e istantanea, che sta lasciando un segno. Ma se arriverà il sostegno, non solo dello Stato, ma dei viaggiatori innanzitutto, il settore avrà la forza di rimettersi in piedi, un’altra volta. Ci è sembrato giusto spiegare con Manuela Vitulli quanti cambiamenti il turismo abbia già affrontato e come sia mutato rapidamente risolvendo molte crisi. Ora affronterà a testa alta una nuova sfida. (FM)

Turismo viaggi Italia

 

di Manuela Vitulli

Negli ultimi anni il mondo dei viaggi ha subito una trasformazione radicale. Complici le compagnie low cost e i prezzi via via più competitivi dei voli, oggi si viaggia sempre di più.

Comparare i prezzi dei vari tour operator o prenotare un viaggio in “fai da te” è diventato molto più semplice. In questa trasformazione il web e i social network hanno avuto un ruolo fondamentale. Tutto è partito qualche anno fa con i travel blog, quando gli appassionati di viaggio si lasciavano ispirare dalla lettura dei siti preferiti. Oggi ci si fa ispirare soprattutto da video e immagini accattivanti, magari col desiderio di replicare i medesimi contenuti.

E così Instagram incide tantissimo sulla scelta della destinazione di viaggio, contribuendo anche alla scoperta di luoghi meno blasonati o addirittura sconosciuti. Il potere della condivisione è sbalorditivo: non appena parte il “passaparola digitale”, una destinazione fino ad allora poco nota, arriva improvvisamente a giovare di un boom turistico incredibile. Ovviamente poi è compito della destinazione trasformare l’opportunità in fortuna e far sì che quel turismo non si limiti ad essere “mordi e fuggi.”

I travel blogger e le instagram stories

I più giovani ormai non si affidano alle guide tradizionali e, se le acquistano, le accompagnano sempre ai consigli letti negli articoli dei travel blogger di fiducia. Alcuni ormai si affidano solo ed esclusivamente agli influencer e alle loro instagram stories – rigorosamente salvate in evidenza – che riassumono l’intero viaggio con dritte di ogni tipo: dove alloggiare, dove mangiare e persino dove prenotare. Per la scelta e la pianificazione di una vacanza le stories hanno un’importanza cruciale: a differenza dei post, risultano meno costruite e più complete in termini di storytelling e coinvolgimento.

I viaggi diventano sempre più instagram-friendly

Le mete di viaggio più in voga sono quelle più “instagrammabili”, ovvero più fotogeniche e gradite sul social network. E così da qualche anno tra le mete più gettonate in inverno ci sono Colmar (soprattutto nel periodo natalizio) e il lago di Braies, mentre in estate i must sono i vicoli bianchi delle Cicladi e gli highlights pugliesi (in primis Polignano). Ci sono poi angoli che diventano improvvisamente famosi in seguito ad aneddoti particolari, come il grande successo di film o serie TV. Durante il mio ultimo viaggio a New York sono andata nel Bronx per vedere la famosa scalinata di Joker che, dopo il successo del film, viene quotidianamente presa d’assalto da turisti provenienti da tutto il mondo. A tutte le ore vi si trovano decine di turisti che emulano le pose di Joaquin Phoenix per poi condividere video e foto sui social. La gente del posto, però, pare non l’abbia presa proprio bene.

I viaggi di gruppo e la potenza dei social

Negli ultimi anni, grazie ai social network (e in particolare a Instagram e a YouTube) sono aumentati esponenzialmente i viaggi di gruppo. E a guidarli sono proprio gli youtuber e i travel blogger che, dopo aver ispirato per anni la propria community, adesso la invitano a viaggiare anche offline – e quindi dal vivo – con loro. Questo fenomeno sta letteralmente rivoluzionando il mondo del turismo, tant’è che sono nati persino dei tour operator gestiti esclusivamente da queste figure. Il successo è tale che alcuni viaggi di gruppo vanno sold out nel giro di pochissime ore, in seguito alla comunicazione in una Instagram story. Si tratta di un fenomeno in costante crescita che a mio avviso stravolgerà anche le dinamiche dei colossi del mondo del turismo.

Viaggi: L’aumento della consapevolezza nel turismo

Se da un lato le mete più fotogeniche vengono letteralmente prese d’assalto, dall’altro (quello che io definisco il lato migliore della medaglia) è aumentata tantissimo la consapevolezza generale. Grazie ai consigli sui social e sui blog, si parte sempre più preparati e affrontare delle problematiche in viaggio diventa decisamente più semplice. A volte bastano un direct su Instagram e una veloce chiacchierata col proprio travel blogger di fiducia per raggiungere un determinato posto o prenotare una particolare attività. Anche le aziende hanno maturato una grande consapevolezza nei confronti del potere dei social e dei travel influencer. Da qui la richiesta sempre maggiore di collaborare con i profili più seguiti e affidabili, a patto che siano in linea con la filosofia del brand.

Il percorso nel mondo del web è iniziato nel gennaio 2013 con l’apertura del blog Pensieri in Viaggio. Uno spazio virtuale che, in pochi anni, è divenuto uno dei più seguiti e amati in Italia. Oggi Manuela è blogger professionista e content creator e collabora
con enti del turismo, tour operator e brand per progetti di respiro nazionale e internazionale. Ha collaborato come scrittrice freelance con Elle, Vanity Fair, Skyscanner. Negli ultimi mesi è stata menzionata da Forbes tra i travel blogger più influenti in Italia e da Digitalic tra le 15 donne di successo più influenti nel digitale in Italia.


Viaggi: come sta cambiando il turismo - Ultima modifica: 2020-03-01T10:06:19+00:00 da Manuela Vitulli

Il percorso nel mondo del web di Manuela Vitulli è iniziato nel gennaio 2013 con l’apertura del blog Pensieri in Viaggio. Uno spazio virtuale che, in pochi anni, è divenuto uno dei più seguiti e amati in Italia. Oggi Manuela è blogger professionista e content creator e collabora con enti del turismo, tour operator e brand per progetti di respiro nazionale e internazionale. Ha collaborato come scrittrice freelance con Elle, Vanity Fair, Skyscanner. Negli ultimi mesi è stata menzionata da Forbes tra i travel blogger più influenti in Italia e da Digitalic tra le 15 donne di successo più influenti nel digitale in Italia.

Packaging Premiere

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!