Internet Report Q4 2018: 4,2 miliardi di persone sono online, tutti i dati

Internet report Q4 2018 i dati di Hootsuite e di We Are Social rivelano che sempre più persone in tutto il mondo in via di sviluppo si collegano a Internet.

È arrivato l’Internet report Q4 2018, ovvero i dati di Hootsuite e di We Are Social che rivelano tutte le statistiche su Internet, il mobile, i social e il digitale; i numeri rivelano che sempre più persone in tutto il mondo in via di sviluppo si collegano a Internet, sono ormai 4,2 miliardi.

Milioni di persone in tutta l’Africa e l’Asia meridionale si sono collegate online per la prima volta negli ultimi tre mesi e quasi tutti questi nuovi utenti accedono a Internet esclusivamente tramite dispositivi mobili.

Ci sono stati anche cambiamenti significativi nei numeri relativi ai social media, anche se alcune delle scoperte più interessanti del rapporto di questo trimestre riguardano il declino nel pubblico dei social media, specialmente tra i più giovani utenti di Facebook.

È stato anche un trimestre eccezionale per i dispositivi mobili, con gli utenti globali che hanno speso 20 miliardi di dollari in app negli ultimi tre mesi, equivalenti a più di 150.000 dollari al minuto tra luglio e settembre.

Advertising

Internet Report Q4 2018: i numeri chiave del rapporto

Andiamo subito alle cose positive. Ecco gli elementi essenziali di questo rapporto sul Q4:

– Ci sono quasi 4,2 miliardi di utenti di internet in tutto il mondo nell’ottobre 2018, con un aumento del sette per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

– Circa 3,4 miliardi di persone sui social in tutto il mondo cioè  hanno utilizzato i social media a settembre 2018, con un aumento del 10% rispetto a settembre 2017.

– Più di 5,1 miliardi di persone ora usano un telefono cellulare, mentre la maggior parte usa uno smartphone.

internet report q4 2018

Connettendo il futuro

68 milioni di persone si sono collegate per la prima volta tra luglio e settembre 2018, il che si traduce in una crescita superiore all’1,5 per cento in soli tre mesi. Ciò corrisponde approssimativamente al ritmo di crescita dell’ultimo anno: 284 milioni di nuovi utenti sono online da settembre 2017, pari a una crescita annuale di circa il sette percento.

Gli utenti dei social media stanno crescendo ancora più velocemente, con 320 milioni di nuovi utenti che si sono iscritti ai social tra settembre 2017 e ottobre 2018. La crescita dei social media tramite dispositivi mobili fa un ulteriore passo avanti, con quasi un milione di persone che hanno iniziato a utilizzare i social su mobile per la prima volta su base quotidiana nell’ultimo anno.

I dati di GSMA Intelligence mostrano che oltre i due terzi della popolazione mondiale ora possiede un telefono cellulare, con circa il 60% di queste persone che possiedono uno smartphone. Di conseguenza, le tendenze di crescita dei dispositivi mobili sono un po’ più lente di quelle per l’utilizzo di internet o dei social media, ma circa 100.000 persone hanno iniziato a utilizzare un telefono cellulare su base quotidiana nell’ultimo anno.

Il numero totale di abbonamenti mobile in uso nell’ottobre 2018 è pari a 8,9 miliardi. Ciò significa che l’utente mobile medio mantiene ancora più di un numero di cellulare, ma il numero medio di abbonamenti per utente continua a diminuire man mano che le persone consolidano le attività mobili su un singolo dispositivo.

internet report q4 2018

Internet Report Q4 2018: Mobile first

Il mobile rappresenta più della metà di tutto il traffico web globale, ma la percentuale di traffico proveniente da computer portatili e desktop è aumentata del 2% nell’ultimo anno.

La quota del traffico web totale proveniente da altri dispositivi, compresi i tablet, continua a diminuire, ma ciò può essere dovuto in parte all’aumento del volume totale di traffico da telefoni cellulari e laptop, piuttosto che dal fatto che le persone hanno ridotto il loro uso di dispositivi quali tablet.

Nonostante il leggero calo della percentuale di traffico web sui dispositivi mobili, gli utenti segnalano che hanno maggiori probabilità di utilizzare i propri telefoni quando vogliono andare online. Gli ultimi risultati del sondaggio Google Consumer Barometer (https://www.consumerbarometer.com/) suggeriscono che abbiamo cinque volte più probabilità di scegliere i nostri telefoni rispetto a un computer o tablet quando si tratta di accedere a internet.

Esistono alcuni possibili motivi per questo squilibrio tra le preferenze dichiarate in merito a dispositivo e il traffico web effettivo.

In primo luogo, molte persone svolgono ancora attività internet correlate al lavoro tramite un computer e queste attività probabilmente rappresentano una quota considerevole del traffico web complessivo (considerando che il tempo di lavoro rappresenta una parte significativa delle nostre ore di veglia).

Allo stesso modo, le persone scelgono spesso dispositivi mobili per esigenze veloci quotidiane, come controllare il meteo o eseguire semplici ricerche sul web. Sebbene queste attività rappresentino una quota significativa della frequenza delle sessioni online, non richiedono che le persone sfogliano numerose pagine diverse per ottenere il risultato desiderato, pertanto questa frequenza non si traduce necessariamente in una quota uguale di traffico web totale.

Le differenze nella velocità di connessione possono anche avere un ruolo significativo nell’influenzare quali dispositivi utilizzano le persone, con la connessione internet fissa media ancora due volte più veloce del suo equivalente mobile.

internet report q4 2018

Le velocità del mobile si abbassa

In effetti, la velocità media della connessione mobile globale è leggermente diminuita negli ultimi tre mesi, mentre le velocità medie delle linee fisse sono aumentate di oltre il 3% da luglio.

Singapore supera le classifiche di connessione fissa di Ookla con una velocità media di 189 Mbps. I collegamenti in sei paesi in tutto il mondo ora hanno una media superiore ai 100 Mbps.

La Norvegia è in testa alle classifiche mobile con una velocità di connessione media di 63 Mbps, poco prima del Qatar. Le velocità di connessione mobile ora raggiungono una media di oltre 50 Mbps in otto paesi in tutto il mondo.

internet report q4 2018

Classifica siti web di Internet Report Q4 2018

Alphabet Inc. continua a dominare le classifiche dei siti web più importanti del mondo, con SimilarWeb  e Alexa  che pongono entrambi Google.com e YouTube.com nelle prime due posizioni.

Tuttavia, ci sono stati alcuni cambiamenti in queste classifiche e l’incremento di importanza del Progetto AMP  è particolarmente degno di nota. Gli sforzi di AMP per fornire agli editori un’esperienza mobile più rapida sembrano dare i loro frutti, con la classifica che vede AMP al 17° posto come sito più visitato su internet nelle ultime classifiche mensili.

Nel frattempo, i siti di shopping continuano a essere caratterizzati da una forte presenza nella classifica di Alexa, con siti di e-commerce cinesi, in particolare, che consolidano la loro importanza. Gli ultimi dati globali dell’azienda suggeriscono che sia Tmall che Taobao attirano molti più visitatori rispetto ad Amazon, sebbene i loro dati non offrano informazioni su quanti di questi visitatori si trasformano in clienti paganti o quanto spendano.

internet report q4 2018

La moda guida lo shopping online

La ricerca di GlobalWebIndex (http://globalwebindex.net/) può tuttavia aiutarci a dare un senso ai più ampi trend di conversione. Gli ultimi dati dell’azienda mostrano che nove su dieci utenti di internet visitano almeno un sito di vendita al dettaglio ogni mese, e tre quarti continuano a comprare qualcosa.

I comportamenti di acquisto variano leggermente tra uomini e donne, con le donne che hanno maggiori probabilità di utilizzare un’app per lo shopping sul cellulare rispetto agli uomini.

I dati del Global Consumer Survey di Statista mostrano che la moda rimane la categoria più popolare per gli acquisti online, con abbigliamento e scarpe in cima alla lista delle categorie di acquisto su e-commerce negli ultimi dodici mesi.

Queste categorie hanno anche catturato la maggior parte della spesa di e-commerce totale durante il 2017.

Cosa fanno le persone su Internet

La maggior parte degli utenti di internet ricerca ancora marchi e prodotti online, ma gli ultimi dati di Statista suggeriscono che ci sono alcune differenze significative tra i vari paesi. Quattro su cinque acquirenti in Brasile affermano di condurre “sempre” ricerche online prima di effettuare un acquisto importante, ma in Cina questa cifra è appena di uno su tre.

internet report Q4 2018 -Digital-Statshot-Slide13-E-Commerce

Parlando di ricerca, gli ultimi dati di GlobalWebIndex mostrano che le persone si rivolgono sempre più alla voce per aiutarli a trovare ciò che stanno cercando. Il 38% degli utenti di internet intervistati in tutto il mondo nel report del secondo trimestre ha utilizzato funzioni vocali negli ultimi 30 giorni e tale cifra salta all’incredibile 45% e oltre quando si guarda agli utenti di età inferiore a 35 anni.

È interessante notare che i dati suggeriscono che le persone nelle economie in via di sviluppo hanno maggiori probabilità di utilizzare la ricerca vocale rispetto a quelle dei mercati più sviluppati, con quasi la metà di tutti gli utenti di internet in India, Cina e Indonesia che hanno utilizzato la ricerca vocale o i comandi vocali nel mese precedente.

Le preoccupazioni sulla privacy

I timori per la privacy sono stati un tema ricorrente per tutto il 2018. La più recente indagine globale di Statista sui consumi della società ha rilevato che il 42% degli utenti di internet del mondo temono che i loro dati siano “misurati” online, anche se, ancora una volta, ci sono alcune differenze significative tra culture.

Non ci sono chiare tendenze in questi dati per suggerire perché le persone in un paese potrebbero avere preoccupazioni per la privacy più accentuate rispetto a quelle di altri paesi, ma vale la pena sottolineare che gli utenti in Spagna, dove i livelli di preoccupazione sono maggiori, sono più del doppio rispetto agli utenti in Nigeria.

internet report Q4 2018 Online-Privacy-

L’andamento di Facebook nel 2018

Mark Zuckerberg probabilmente non ricorderà il 2018 come uno dei suoi anni preferiti, ma Facebook continua a far crescere la sua base di utenti globali nonostante i vari scandali e battute d’arresto che la compagnia ha dovuto affrontare negli ultimi mesi.

Il più grande sito social del mondo ha aggiunto 38 milioni di nuovi utenti nei tre mesi fino a giugno, con una crescita dell’1,7 percento trimestre su trimestre. Questa crescita potrebbe non essere stata abbastanza rispetto a ciò che gli investitori speravano, ma Facebook rappresenta ancora circa due utenti su tre di social media al mondo.

internet report q4 2018

Gli strumenti pubblicitari di Facebook suggeriscono che la crescita non è rallentata nel terzo trimestre, con gli ultimi dati sul pubblico della piattaforma che hanno registrato una crescita di 65 milioni di utenti da luglio. Tuttavia, questi numeri riflettono solo i cambiamenti nel pubblico potenziale della piattaforma e potrebbero non tradursi in una crescita simile negli utenti attivi mensilmente.

Gli ultimi dati sul pubblico della pubblicità contengono anche cattive notizie per il team di Mountain View. In particolare, gli ultimi dati mostrano che gli inserzionisti possono ora raggiungere 3 milioni di minori tra i 13 e i 17 anni su Facebook rispetto a luglio 2018, con le giovani donne che abbandonano la piattaforma ancor più rapidamente dei giovani uomini.

internet report q4 2018

I dati di Snapchat

Ma la perdita di utenti di Facebook potrebbe essere un vantaggio per Snap. I numeri di Snapchat sono piuttosto rivelatori.

Potrebbe non sorprendere il fatto che l’utente medio di Snapchat sia significativamente più giovane di quello di Facebook, ma l’equilibrio di genere è sicuramente interessante, specialmente per i marketer.

Quasi sei utenti su dieci nel pubblico di pubblicità globale di Snapchat sono donne, rispetto a un rapporto 57:43 maschi-femmine su Facebook. In alcuni paesi, tuttavia, i dati di Snapchat suggeriscono che il pubblico della piattaforma sia ancora più orientato al femminile. Ad esempio, in Kazakistan, le donne rappresentano ben nove utenti su dieci del pubblico potenziale della pubblicità sulla piattaforma.

internet report q4 2018

Gli Stati Uniti rappresentano poco meno di un terzo del pubblico di pubblicità totale di Snapchat, ma il resto dei paesi nella “top 20” mostra una buona diversità. Quindi, mentre gli ultimi dati sulla crescita degli utenti della compagnia potrebbero aver deluso gli investitori, la piattaforma offre comunque ai marketer globali un’interessante opportunità per raggiungere un pubblico femminile più giovane.

Una domanda chiave rimane però: Snapchat è il miglior canale per raggiungere questi segmenti di pubblico più giovani, oppure Instagram è una scommessa migliore?

internet report q4 2018

La risposta a questo tema dipende da un gran numero di fattori diversi, la maggior parte dei quali sarà specifica per le particolari esigenze e il contesto dell’inserzionista.

Tuttavia, la portata del pubblico giocherà probabilmente un ruolo importante nel processo decisionale, quindi vale la pena notare che il pubblico complessivo di Instagram è più del doppio in dimensioni del pubblico di Snapchat.

Internet report Q4 2018 i dati demografici del pubblico giovane

Ecco i fatti:

– Utenti globali di età inferiore ai 25 anni che gli inserzionisti possono raggiungere con gli annunci Instagram: 196 milioni

– Utenti globali di età inferiore ai 25 anni che gli inserzionisti possono raggiungere con gli annunci Snapchat: 329 milioni

Ma Instagram non si rivolge solo alla Generazione Z. Infatti, le ultime cifre mostrano che i brand possono ora raggiungere oltre 100 milioni di utenti di età superiore ai 45 anni tramite gli annunci su Instagram.

Forse, dopotutto, Zuck ha ancora qualcosa per cui sorridere.

internet report q4 2018

L’andamento di Facebook

Tuttavia, non sono tutte buone notizie per gli inserzionisti, con gli ultimi dati di Locowise  che dimostrano che la copertura organica di Facebook continua a diminuire.

La pagina media di Facebook ha raggiunto il 5% in meno di persone organicamente nel terzo trimestre rispetto al secondo trimestre, e i proprietari di pagine possono ora aspettarsi di raggiungere solo 6 su 100 dei fan se non aumentano la portata dei post a pagamento.

Le recenti modifiche dell’algoritmo sembrano funzionare a favore di Facebook, con il numero di pagine che investono in media pagati in aumento del quattro per cento negli ultimi tre mesi.
Tuttavia, gli ultimi dati di Locowise suggeriscono che questi investimenti a pagamento non stanno producendo l’impatto a cui erano abituati. Il contributo medio della copertura retribuita come percentuale della copertura totale della pagina è diminuito del quattro percento nell’ultimo trimestre, suggerendo che si sta ottenendo una minore copertura per l’investimento o che si sta semplicemente investendo meno (anche se un numero maggiore di pagine ora investono in contenuti a pagamento).

internet report q4 2018

In ogni caso, i professionisti del marketing dovrebbero esplorare le tendenze più ampie della portata di Facebook e i numeri di engagement dei precedenti rapporti per aiutare a indirizzare le loro strategie sui social media per il 2019.

Inoltre, se gli anni precedenti sono un’indicazione di un “modello”, è probabile che Facebook introdurrà ulteriori modifiche al suo algoritmo all’inizio del 2019 ed è improbabile che queste modifiche funzioneranno a favore dei brand.

Di conseguenza, il consiglio ai professionisti del marketing sarebbe quello di adottare un approccio più “equilibrato” nei confronti dei social media nei loro piani per il prossimo anno e di evitare di mettere tutte le loro uova in un paniere (Facebook).

I dati delle App

Sono stati alcuni mesi buoni per le app mobile, con App Annie che ha riportato alcune statistiche impressionanti nel suo ultimo riepilogo trimestrale .

Di particolare rilievo è il fatto che l’ammontare totale di denaro speso per le app mobili in tutto il mondo nel terzo trimestre ha raggiunto i 20 miliardi di dollari, con un aumento del 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Questa spesa equivale a circa $3,70 per ogni smartphone in uso oggi, con i giochi per dispositivi mobili che rivendicano il ruolo da leone di queste entrate.

Ma non è tutto giochi: Netflix e Tinder continuano la loro impressionante posizione fra le app con maggior incasso nell’ultimo ranking mondiale di App Annie.

internet report q4 2018

Il nostro insaziabile appetito per i dati mobili non mostra alcun segno di rallentamento, con gli ultimi numeri di Ericsson che suggeriscono che l’utente medio di smartphone globale ora consuma più di 3,8 GB di dati mobili ogni mese.

internet report q4 2018

Previsioni Internet report 2019

Tutti i dati contenuti in questo rapporto di aggiornamento finale per il 2018 suggeriscono che avremo un sacco di storie interessanti da segnalare per il prossimo anno.

In particolare, bisognerà prestare attenzione a:

– l’accelerata nella crescita degli utenti di internet nelle economie in via di sviluppo, in particolare in Africa.
– la continua forte crescita dei numeri complessivi degli utenti dei social media, ma alcuni cali significativi nel pubblico delle singole piattaforme di social media.
– un salto nel valore totale della spesa per l’e-commerce dei consumatori, con una forte crescita in settori come moda e spesa quotidiana.


Internet Report Q4 2018: 4,2 miliardi di persone sono online, tutti i dati - Ultima modifica: 2018-11-04T06:51:23+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!