Migliori tecnologie del decennio 2010-2019: tutte le tendenze

Dal primo iPad all’iPhone X, da Instagram a Tik Tok, il racconto di una decade nel panorama tech che ha fatto la differenza

Raccontare gli ultimi 10 anni di tecnologia? Servirebbero 20 libri e forse non basterebbero. La decade 2010-2019 è stata di fatto quella di una profonda metamorfosi nel concepire un mondo in continua evoluzione. Non solo perché si è consacrata l’era del digitale. Ma sì è assistito ad un coinvolgimento della tecnologia in tanti settori del mercato mondiale. Dall’automotive con auto sempre più connesse, alla domotica per la casa, all’avvento degli occhiali intelligenti e della realtà virtuale, alla chiara rivoluzione nel comparto dei robot e dell’intelligenza artificiale (sicura protagonista nella futura decade) allo streaming per cinema, tv e musica.

2010-2019, 10 anni di tecnologia

Tutto evolve esponenzialmente e cambia sempre più profondamente la nostra vita. Se il 2020 diventerà l’anno di transizione per la tecnologia 5G, alle spalle ci lasceremo un decennio dove la realtà aumentata dei social network, gli assistenti vocali e l’internet delle cose ci hanno completamente avvolto in un tourbillon di magia tecnologica. Ripercorriamo una decade ricordando in breve i principali protagonisti del periodo 2010-2019 e sicuramente qualcuno ci sfuggirà. Ne citeremo dunque uno per anno, il più importante, trainante… quello che ha fatto davvero tendenza per ogni anno in 10 anni di tecnologia.

2010, Apple iPad

iPad Steve Jobs

Quando l’iPad entrò in scena nel 2010, con Steve Jobs ancora in vita a presentarlo, ci fu scetticismo generale. Perché un tablet quando posso fare le stesse cose e meglio con un pc? E invece quel dispositivo cambiò un intero mercato creandone uno nuovo. Uno strumento completo con un display in grado di essere utilizzato in ogni possibile contesto. in grado di fare foto, di utilizzare tutte le app customizzate e di riprodurre musica. Oggi a distanza di 10 anni è ancora il tablet più venduto al mondo.

2011, iPhone 4S

iPhone 4S 2010-2019

Nel 2011 per chi era già un geek del tech parlare di iPhone era questione di tutti i giorni, ma non per un’intero popolo che con l’avvento dell’iPhone 4S scoprì davvero le qualità dello smartphone di Apple. Grazie alla bellezza e alle peculiarità di quel modello, iPhone sfondò sul mercato con un processore e una fotocamera migliori, e con l’introduzione di Siri, l’assistente vocale digitale di Apple. Il melafonino divenne da allora un must nel mercato della telefonia mobile e un prodotto bramato e conosciuto a tutti.

2012, l’avvento di Instagram

instagram musica nelle Storie

Nel 2012 il mondo scopre Instagram. Un social network destinato ad amplificare la realtà aumentata. Il social della fotografia, della fotografia più bella, dei selfie, del raccontare tramite un’immagine e successivamente video e stories, un momento della propria vita reale. L’applicazione web, sviluppata da Kevin Systrom e Mike Krieger, fu lanciata il 6 ottobre 2010 inizialmente disponibile solo su iOS poi divenuta compatibile con qualsiasi iPhone, iPad. Dal 3 aprile 2012 si rese disponibile anche per i dispositivi Android. Ma fu l’acquisto da parte di Facebook proprio quell’anno a decretarne notorietà e successo assoluto.

2013, la consacrazione di Snapchat

SnapKit : Snapchat apre agli sviluppatori per nuove app AR

Con oltre 400 milioni di foto processate ogni giorno, una comunità in crescita costante e sempre tra le applicazioni più scaricate su qualsiasi piattaforma operativa, SnapChat nel 2013 sancì la definitiva consacrazione nel gotha dell’alta tecnologia, soprattutto negli Stati Uniti. Un’applicazione multimediale per smartphone e tablet ideata da Evan Spiegel, Bobby Murphy e Reggie Brown nel settembre 2011, prese possesso della maggior parte degli smartphone dei teenagers per via della sua caratteristica principale. Ovvero consentire agli utenti della propria rete di inviare messaggi di testo, foto e video visualizzabili solo per 24 ore. Oggi Snapchat ha perso la sua rilevanza a vantaggio di Instagram, e non è chiaro che direzione prenderà in futuro.

2014, il boom dei Droni e dello streaming musicale

Migliori droni 2018 - DJI Inspire 2

Il 2014 è l’anno del boom dei Droni, i sistemi aeromobili a pilotaggioremoto, capaci di scattare foto e fare video dal cielo. Fotogiornalismo, monitoraggio ambientale, situazioni di emergenza, e primi test per consegne di pacchi. I droni hanno iniziato ad “entrare nelle nostre case” mentre nei vari paesi c’era massima attenzione a perfezionare i regolamenti di volo.

Spotify quotazione IPO

Ma è anche l’anno della musica in streaming. Piattaforme come Spotify, Deezer, Beats, Rhapsody, solo per citare alcuni dei servizi per ascoltare canzoni via web. L’anno in cui lo streaming traina il settore della musica digitale, con ricavi in crescita del 20%.

2015, l’anno della tecnologia wearable

energous wattup

Il 2015 è stato tra gli utlimi 10 anni di tecnologia quello che ha visto andare in tendenza la tecnologia wearable, quella “indossabile”. Già nel 2013, i Google Glass avevano aperto le porte a questa tecnologia per poi passare la staffetta agli SmartBand, braccialetti il cui scopo è quello di tenere sotto controllo la propria salute così come la propria attività fisica. Il 2015, si apriva di fatto con l’annuncio del CEO di Apple Tim Cook del debutto sul mercato di Apple Watch, puntato i fari su un settore di cui ora conosciamo bene le potenzialità.

Ma la tecnologia wearable andava ben oltre gli orologi intelligenti. Ogni oggetto indossabile potrà essere trasformato nella sua versione 2.0 con un processore in grado di sincronizzarsi con lo smartphone e trasmettere dati per andare ad aggiungersi a quello che viene chiamato “Internet of Things” (lett. Internet delle cose). Per esempio, Google annunciò una collaborazione con la Levi’s per creare “tessuti interattivi”, ossia l’inserimento della tecnologia indossabile direttamente nel tessuto dei vestiti.

2016, l’esplosione di Netflix

netflix

Il 2016 è stato indubbiamente l’anno della rivoluzione nella televisione, non solo per l’uscita delle nuove Apple TV o Google Chromecast, ma soprattutto per Netflix. Il 22 ottobre del 2015, il popolare servizio di streaming di serie TV e film on demand, fu rilasciato anche in Italia. Compatibile con tanti modelli di smart tv, ma utilizzabile anche con una console gioco (Xbox, PlayStation, Nintendo Wii U), lettori Blu-Ray, Apple Tv, Chromecast e ovviamente i vari dispositivi mobile quali smartphone e tablet, Netflix fece il botto proprio nel 2016 rispondendo alle esigenze di carattere commerciale volte ad offrire contenuti ai propri utenti nello stesso momento e su diverse piattaforme. Alla fine del 2016 Netflix si affermava come leader del settore on demand avendo: 93,8 milioni di abbonati (con 19,0 milioni di nuove attivazioni nette contro le 17,4 milioni nel 2015), 8.3 miliardi di ricavi (+35% annuo) e con utili pari a 188 milioni (+54%).

2017, iPhone X

iphone xr

iPhone X o iPhone 10 è il melafonino che nel 2017 sancì grandi innovazioni tanto che venne definito il primo iPhone dopo Steve Jobs. Dopo sei anni si poteva dire che con l’iPhone X iniziava la vera Apple di Tim Cook, la vera Apple oltre Steve Jobs, che però non dimenticava i suoi insegnamenti e le sue idee.
 Questo smartphone rappresentava per Apple il top di gamma del 2017 ed era fornito della versione del sistema operativo iOS 11 e implementava, fra le tante novità, il Face ID, un sistema che attraverso la fotocamera True Depth consentiva il riconoscimento facciale in 3D tramite una mappatura composta da oltre 30.000 punti invisibili che venivano proiettati sul viso dell’utilizzatore.

2018, guida autonoma/Adas

In questi 10 anni di tecnologia il settore auto ha fatto della connettività e dei sistemi di sicuerezza (Adas) il proprio business tra fortune, sfortune, prodotti ben riusciti e qualche flop. Chiamate vocali, smartphone connessi all’auto, una sempre più crescente volontà di assistere elettronicamente la guida del conducente. Con il 2018 la parola “guida autonoma” è però entrata in maniera costante nella testa non solo degli appassionati di auto, ma anche in quella, permettiamocelo, della casalinga di Voghera. Ogni auto di serie monta almeno alcune di queste Adas, tecnologie di sicurezza che erano fantascienza nei telefilm degli anni 80 come Supercar, e che oggi sono realtà, e alcune saranno obbligatorie dal 2022. Guida autonoma e Adas (Advanced Driver Assistance Systems)  che faranno sempre più parte dell’automazione progressiva dei trasporti e nei prossimi dieci anni ne cambieranno profondamente il mercato.

2019, Tik Tok piglia tutto

tiktok

E ultimo tra i 10 anni di tecnologia di questa decade 2010-2019 è proprio il 2019 che sta per volgere al termine. A fare da traino nella bocca di tutti gli appassionati di tecnologia nel 2019 c’è stata indubbiamente quella di Tik Tok. Un social network di matrice cinese nato dalle ceneri di musical.ly, e diventato un must della generazione Z ma non solo. Nel 2019 sono stati davvero tantissimi i video caricati su TikTok, 236 i video caricati in media ogni minuto: danze, meme, creatività, video virali e celebrità. i video brevi, fenomeno del 2019, hanno avuto la loro massima espressione con questo social network.

 

 

 


Migliori tecnologie del decennio 2010-2019: tutte le tendenze - Ultima modifica: 2019-12-27T13:01:01+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Packaging Premiere
Conosci le nuove minacce per la tua azienda?

Conosci le nuove minacce per la tua azienda?

Iscriviti al webinar del 22 Ottobre, per scoprire come proteggere la nuova Italia Digitale, come difendere le imprese da Spoofing, Island Hopping e dalle altre nuove minacce. Iscriviti per saperne di più, GRATUITO

You have Successfully Subscribed!