Un’auto completamente a guida autonoma di Uber ha colpito e ucciso una donna che attraversava la strada in Arizona, lo ha riferito la polizia locale: è il primo caso di incidente mortale per un veicolo autonomo ed è un potenziale colpo alla tecnologia che si prevede debba trasformare i trasporti.

Auto a guida autonoma uccide un pedone

Uber ha deciso di sospendere i test in America dei propri veicoli a guida autonoma, che sono attualmente in corso in Arizona, a Pittsburgh e a Toronto.

Le cosiddette auto robotiche, o a veicoli autonomi, sviluppate da aziende come Uber, Alphabet Inc e General Motors Co, dovrebbero drasticamente ridurre le vittime di veicoli a motore e creare imprese da miliardi di dollari, ma l’incidente di lunedì ha sottolineato le possibili sfide future per questa tecnologia promettente, in quanto le auto affrontano situazioni del mondo reale che coinvolgono persone reali.

 

Qui il video dell’incidente rilasciato dalla Polizia

Incidente mortale con auto Uber a guida autonoma, un colpo allo sviluppo

“Questo tragico incidente sottolinea il motivo per cui dobbiamo essere eccezionalmente cauti quando testiamo e implementiamo tecnologie di veicoli autonomi su strade pubbliche”, ha affermato in una dichiarazione il senatore democratico Edward Markey, membro del comitato dei trasporti.

Pedone investito e ucciso da auto a guida autonoma Uber: la dinamica

Elaine Herzberg, 49 anni, stava camminando con bicicletta a fianco al di fuori dal passaggio pedonale su una strada a quattro corsie nel sobborgo di Tempe, a Phoenix, verso le 10 di sera, quando è stata colpita dal veicolo Uber che viaggia a circa 40 miglia all’ora (65 km all’ora), ha detto la polizia. Il SUV Volvo XC90 era in modalità autonoma con un operatore al volante.

La Herzberg è morta in un ospedale, in seguito alle ferite riportate.

La dinamica dell’incidente mortale

“Il pedone era fuori dalle strisce pedonali e non appena è entrata nella corsia è stata colpita”, ha detto ai giornalisti il ​​sergente della polizia Tempe Ronald Elcock in una conferenza stampa.

Il San Francisco Chronicle lunedì ha riferito che Sylvia Moir, il capo della polizia di Tempe, ha detto che dalla visualizzazione di video ripresi dal veicolo “è molto chiaro che sarebbe stato difficile evitare questa collisione in qualsiasi tipo di modalità (autonoma o guidata dall’uomo) basandosi sul fatto che la persona è apparsa da una zona d’ombra proprio in mezzo alla carreggiata.”

Moir ha detto al Chronicle: “penso che Uber non abbia probabilmente commesso un errore in questo incidente”, ma non ha escluso che accuse potrebbero essere mosse contro l’operatore nel veicolo Uber, ha riferito il giornale.

Le autorità di Tempe e i funzionari federali stanno ancora indagando sull’incidente. Il ministero dei trasporti canadese in Ontario, dove Uber conduce i test, ha anche affermato che sta esaminando l’incidente.

Volvo prende le distanze da Uber per l’incidente mortale

Volvo, il marchio automobilistico svedese di proprietà della cinese Geely, ha affermato che il software che controlla l’auto coinvolta nell’incidente non è suo.

Primo incidente mortale per un’auto autonoma

Le riprese video aiuteranno le indagini in corso e il caso sarà presentato al procuratore distrettuale.

“I nostri investigatori hanno le informazioni e la useranno nelle loro indagini e nell’ufficio del procuratore della contea di Maricopa come parte delle loro indagini”, ha affermato Elcock. “Cercheranno di cercare di scoprire chi è forse in errore e come possiamo essere più sicuri, sia che si tratti di pedoni o se sia il veicolo stesso”.

Auto a guida autonoma: le leggi

Uber e Waymo il venerdì precedente hanno esortato il Congresso ad approvare una legislazione radicale per accelerare l’introduzione di auto a guida autonoma negli Stati Uniti. Alcuni democratici al Congresso hanno bloccato la legge per motivi di sicurezza e l’incidente fatale di lunedì potrebbe ostacolare il passaggio del disegno di leggeì.

I sostenitori della sicurezza hanno chiesto una moratoria nazionale su tutti i test delle auto robot sulle strade pubbliche.

“L’Arizona è stata il selvaggio west dei test delle auto robotizzate, praticamente senza regolamenti in vigore”, ha affermato Consumer Watchdog, un gruppo non profit di difesa dei consumatori. “Ecco perché lì testano Uber e Waymo: quando non ci sono sceriffi in città, la gente viene uccisa”.

L’Arizona ha aperto i suoi confini alle aziende che testano veicoli a guida autonoma come strumento per la crescita economica e l’occupazione. Il governatore repubblicano Doug Ducey ha contattato Uber nel 2016 dopo che i regolatori della California hanno bloccato la società per non aver ottenuto i permessi per i test.

Auto a guida autonoma, gli altri incidenti

Le auto a guida autonoma abitualmente collidono con altri veicoli. La scorsa settimana, una Uber a guida autonoma si è schiantata contro un altro veicolo a Pittsburgh, secondo quanto riportato da notizie locali. Non ci sono stati feriti in questo caso.

Un anno fa, Uber ha temporaneamente sospeso i test con le sue auto a guida autonoma per alcuni giorni in seguito a un incidente con un’altra auto a Tempe. L’azienda è stata oggetto di una serie di reclami riguardanti i suoi veicoli autonomi, ma la compagnia ha affermato che le auto erano guidate da un conducente umano al momento degli incidenti.

Auto uber guida autonoma uccide donna

Automobili autonome essenziali per Uber

Uber ha detto che la sua capacità di costruire automobili autonome è essenziale per il successo nel settore dei trasporti in rapida evoluzione. L’azienda prevede una rete di auto autonome che verrebbe chiamata attraverso l’app Uber che completerebbe – e alla fine sostituirà – le auto a guida umana.

Uber ha registrato 2 milioni di miglia autonome (3,2 milioni di km) fino a dicembre. L’azienda ha più di 100 auto autonome in test sulle strade dell’area di Phoenix, il terreno di prova privilegiato dell’azienda per via delle regolamentazioni permissive dello stato e delle condizioni climatiche ospitali. Pioggia, neve e ghiaccio sono particolarmente difficili per le auto autonome. La compagnia fa anche dei test a Pittsburgh e Toronto.

Le preoccupazioni per gli incidenti delle auto a guida autonoma

Le preoccupazioni per la sicurezza dei veicoli autonomi sono aumentate dopo un’incidente del luglio 2016 che ha coinvolto un’automobile Tesla con un sistema parzialmente autonomo che richiedeva la supervisione umana. Le autorità di sicurezza  hanno poi determinato che Tesla non era responsabile.

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!