I migliori droni del 2018 suddivisi per categoria, per ogni tipologia di utilizzo abbiano individuato il miglior drone per bambini, per riprese, per principianti, peri selfie. Una guida all’acquisto del miglior drone che fa per voi.
Negli ultimi anni, i droni si sono trasformati da hobby a fenomeno di massa, quasi culturale. Sono ovunque ora e sono disponibili in qualsiasi forma, dimensione, prezzo o configurazione che si possa desiderare. Per aiutarti a scegliere il drone più adatto a voi in un panorama sempre più ampio e in continua evoluzione abbiamo messo insieme questa lista dei migliori droni del 2018. Ecco il meglio dei droni oggi disponibili nel grande mondo dei quadricotteri.

Migliori-droni-2018

I Migliori droni del 2018 per categoria

Il miglior drone in assoluto

Dji Mavic Air

 

Migliori droni 2018 - DJI Mavic Air

Migliori droni 2018 – DJI Mavic Air

Il Dji Mavic Air è in cima alla lista dei migliori droni del 2018, è il migliore in assoluto perché ha tutte le caratteristiche che puoi desiderare in drone, ma è abbastanza compatto da stare in uno zaino o in una borsa, quindi lo puoi portare con te ovunque. Spesso i droni più ingombranti vengono lasciati a casa per non doversi portare con sé borse aggiunte

Prezzo: 849 euro

Ciò che rende il Dji Mavic Air così sorprendente è che, nonostante sia uno dei droni più compatti e portatili che esistano, è anche uno dei più potenti e completi. È equipaggiato con una fotocamera 4K, un giunto cardanico a 3 assi, ha la funzione per evitare gli ostacoli davanti, dietro, in basso, molte funzionalità in modalità autopilota, si può comandare a chilometri di distanza eppure ha dimensioni tali da stare nel palmo di una mano (o quasi). È la prova che ridurre le dimensioni non significa necessariamente diminuire le funzionalità e che il vino buono sta nelle botti piccole!

La portabilità è davvero ottima. Grazie a un sistema di cerniere molto intelligente, i bracci del Mavic Air si ripiegano in un piccolo spazio, grande come una mattone, metterlo nello zaino diventa un  gioco da ragazzi ed è comodo portarselo dietro in ogni avventura. Secondo il grande fotografo Ansel Adams  la migliore fotocamera è la più grande che puoi portare con te e lo stesso potrebbe dirsi per i droni. Se è portatile, è molto più probabile averlo con te quando ne hai bisogno.

Quando si tratta di droni portatili, il Dji Mavic Air non ha eguali – anche se il Mavic Pro, sempre di Dji, è un buon concorrente e ha una fotocamera leggermente migliore e un’autonomia più lunga in volo. Se invece stai cercando qualcosa di più economico, allora potresti anche valutare il nuovo drone Parrot Anafi.

Il miglior drone per principianti

Yuneec Breeze

 

Migliori droni 2018 - Yuneec Breeze

Migliori droni 2018 – Yuneec Breeze

Il drone Yneec Breeze innanzitutto è facile da pilotare, poi è relativamente economico, ragionevolmente resistente e offre anche molto spazio per crescere e progredire come pilota, per questo è tra i migliori droni del 2018 e vince nella categoria dei droni per principianti.

Prezzo: 220 euro

Molti sono convinti che i principianti dovrebbero farsi le ossa con droni di fascia bassa: i più economici, ma non è proprio così. I droni low cost sono più difficili da pilotare e meno affidabili, questo significa che un pilota inesperto probabilmente li schianterà presto e li distruggerà, perdendo fiducia e magari la voglia di proseguire nel suo perfezionamento. Meglio allora iniziare con un drone un po’ più performante con controlli affidabili e reattivi e un design facile da riparare o aggiornare.

Se è questo quello che avete in mente Yuneec Breeze di è una scelta ottima per qualsiasi pilota di droni alle prime armi. È relativamente economico, ma non così economico da volare con noncuranza e in modo spericolato. Ha una buona fotocamera 4K e vanta un ingombro e una forma ultraportatile che rende il trasporto davvero semplice.

Si può volare pilotandolo con smartphone, o con il controller dedicato di Yuneec per manovre più precise. In altre parole, se si inizia con questo drone, si è in grado di apprendere le tecniche di pilotaggio di un quadricottero, ma soprattutto, si può anche aggiornare la configurazione man mano che le abilità progrediscono e le esigenze cambiano.

Il miglior drone economico

Ryze Tello

 

Migliori droni 2018 - Ryze Tello

Migliori droni 2018 – Ryze Tello

Ryze Tello è un drone che costa 99 euro ciò nonostante questo piccolo drone merita un posto nella lista dei migliori droni 2018 perché vanta tutte le funzionalità essenziali di cui hai bisogno.

Prezzo: 99 euro

In generale, i droni che costano meno di 100 euro sono spesso deludenti. Sono fragili, mancano di funzionalità avanzate e sono quasi sempre complessi da pilotare, volano via facilmente. Ryze Tello è diverso, nonostante sia un drone economico, per 99 euro vanta una serie di funzionalità di fascia alta. Sotto la carena c’è un chip di elaborazione delle immagini di Intel a 14 core, è dotato della tecnologia di stabilizzazione del volo di DJI, ha una fotocamera da 5 megapixel in grado di riprendere video HD a 720p e una batteria che consente di 13 minuti di volo.

Sfortunatamente, questo drone non ha un controller dedicato, il che significa che si è costretti a pilotare il Ryze Tello tramite i joystick virtuali su un’app per smartphone: un metodo di controllo a volte impreciso. La buona notizia, tuttavia, è che Ryze ha costruito il drone per essere compatibile con le periferiche di terze parti, quindi se si preferisce volare con dei joystick veri, si può acquistare separatamente un controller GameSir T1d e collegarlo a questo piccolo drone che merita il suo posto tra i migliori droni del 2018 anche per la versatilità.

Il migliore drone per riprese

Dji Inspire 2

Migliori droni 2018 - DJI Inspire 2

Migliori droni 2018 – DJI Inspire 2

Dji Inspire 2 è in assoluto tra i migliori droni del 2018 perché è un drone professionale per fare vere riprese cinematografiche ma è anche pronto all’uso, senza troppe complicazioni, basta tirarlo fuori dalla scatola e si può già volare a differenza di altri droni professionali che richiedono assemblaggi complessi, basterebbe già questo a fargli meritare un posto tra i migliori droni del 2018, ma c’è anche di più.

Dji Inspire 2 è dedicato ai registi dilettanti e professionisti che non vogliono costruire un drone personalizzato.

Prezzo: 3.339 euro

C’è un motivo per cui DJI Inspire 2 compare ovunque, dai set cinematografici ai concerti: è un mostro. Inspire 2 vanta alcune caratteristiche davvero impressionanti: lo si può pilotare fino ad una distanza di 7 Km, raggiunge una velocità massima di 94 Km/h, evita gli ostacoli in tutte le direzioni, ha tutte le funzioni di stabilizzazione e autopilota che potreste mai chiedere in un drone. Ma è la fotocamera la vera star che fa del Dji Inspire 2 un drone per riprese cinematografiche.

L’ultima fotocamera Zenmuse di DJI, la X5S, è una fotocamera 4/3 mirrorless realizzata appositamente per la fotografia aerea e la cinematografia. Riprende filmanti a in 5,2 K a 30 fotogrammi al secondo (o 4K a 60 fps), scatta foto da 20,4 megapixel e vanta un intervallo ISO ampio da 100 – 25.600. Come bonus aggiuntivo la gimbal è a 3 assi con funzione di smorzato dalle vibrazioni, quindi i filmato risultano perfette, non importa quanto siano spericolate le manovre di volo.

Anche il sistema di controllo di DJI è fantastico. La rinnovata app DJI Go consente di gestire facilmente tutti i comandi avanzati della fotocamera. La velocità dell’otturatore, l’apertura e la sensibilità l’ISO possono essere modificati con facili tocchi e la messa a fuoco può essere regolata semplicemente toccando il soggetto da inquadrare, come si fa normalmente sullo schermo di uno smartphone. Con un drone come questo, non c’è nemmeno bisogno di essere esperti per ottenere filmati dall’aspetto professionale.

Il miglior drone per bambini

Parrot Mambo SA Mission Mini Drone

Migliori droni 2018 - Parrot Mambo

Migliori droni 2018 – Parrot Mambo

Il drone Parrot Mambo è stabile e facile da pilotare, e viene fornito con una serie di accessori divertenti, è uno dei mini droni più utili per i bambini che vogliono giocare o per gli adulti che non resistono al fascino di un piccolo drone che può anche lanciare freccette, il divertimento lo fa entrare nella lista dei migliori droni del 2018.

Prezzo: 129 euro

Probabilmente esistono minidroni più economici, anzi ce ne sono tanti sotto i 50 euro ma la maggior parte di questi piccoli diavoli volanti sono difficili da pilotare, si imbizzarriscono facilmente e hanno un comportamento di volo per così dire… nervoso e sono troppo e difficili da pilotare per un bambino.

Il nuovo Mambo di Parrot è diverso. A differenza della maggior parte degli altri mini droni, questo è in realtà progettato specificamente per i bambini. E dotato di diversi sensori di movimento e un software con autopilota avanzato che mantiene stabile il drone, il Parrot Mambo è equipaggiato anche con una serie di accessori che lo rendono più divertente e coinvolgente di un quadricottero di base, ad esempio nella versione SA Mission è dotato di un piccolo cannone spara palline e di un braccio meccanico per catturare piccoli oggetti .

Il Parrot Mambo offre la possibilità di pilotarlo tramite smartphone o con un controller dedicato a doppio joystick: il Flypad, come viene chiamato, che è venduto separatamente per 40 euro, ma potrebbe valerne la pena…

Il miglior selfie drone

Dji Spark

Migliori droni 2018 - Dji Spark

Migliori droni 2018 – Dji Spark

Il Dji Spark è un ottimo drone per selfie, ma non solo, è estremamente portatile e offre riprese di qualità, si può anche pilotare senza un controller, ma solo con i gesti delle mani, una bella comodità quando si è in giro. L’alta densità di funzioni in in un forma molto compatta lo fanno entrare nella lista dei migliori droni del 2018.

Prezzo: 499 euro

Dji Spark è un piccolo drone, ma pieno di funzionalità. Nonostante il fatto che il Dji Spark sia piccolo, è lungo poco più di 14 cm, DJI è riuscita in qualche modo a metterci molte delle stesse funzioni che si trovano nei droni più grandi, più voluminosi e costosi della famiglia Dji.

A parte il design piccolo e iper-portatile, la più grande caratteristica dello Spark è probabilmente la sua grande varietà di modalità di volo. Oltre alle modalità standard di DJI, lo Spark sfoggia una serie di modalità nuove tra cui Rocket, Dronie, Circle e Helix. Il drone ha anche la capacità di riconoscere i gesti delle mani, quindi si può pilotare senza smartphone o controller.

Un altro grande plus è il sistema per evitare gli ostacoli. La capacità di percepire ed evitare oggetti è di solito una funzione riservata ai droni più grandi, DJI ha inserito questa funzione anche nella piccola fusoliera dello Spark. Il sistema forse non sarà performante come quello installato su un Phantom 4, o su Mavic Pro, ma ha comunque funziona bene ed è davvero utile per evitare incidenti.

La fotocamera del Dji Spark è un altro importante punto di forza: è da 12 megapixel, registra video da 1080p a 30 fotogrammi al secondo, lo Spark vanta anche una gimbal a due assi, questo consente di stabilizzare meccanicamente la videocamera e annullare qualsiasi movimento traballante o tremolante, in questo modo i filmati risultando fluidi, anche per questo piccolo drone. Si tratta di un bel vantaggio rispetto alla concorrenza; la maggior parte dei selfie drone ha solo la stabilizzazione meccanica ad asse singolo. Tutte queste caratteristiche ne fanno uno dei migliori droni in assoluto.

Miglior drone economico

Hubsan X4 Desire Pro

Migliori droni 2018 -

Migliori droni 2018 – Hubsan X4 Desire Pro, il miglior drone economico

L’ Hubsan X4 Desire Pro è un drone piccolo, ma con ottime funzionalità per un prezzo mini: 106 euro, con queste caratteristiche gli spetta un posto tra i migliori droni del 2018.

Prezzo: 106 euro

Hubsan è famosa per i suoi micro droni, molti sotto i 50 euro, ma Hubsan X4 Desire Pro è speciale perché in un formato piccolissimo ha una telecamera ha a 1080P, lo si può pilotare con lo smartphone ed è anche dotat di GPS, questo abilita una serie di funzione mai viste su un micro drone come il decollo e l’atterraggio automatico in base alle coordinate GPS.
Pur essendo un drone micro invia le immagini in tempo relae al telefonino, come i droni ben più grandi e costosi.
L’autonomia dichiarata è di 11 minuti, in condizioni senza vento, mentre il telecomando funziona fino ad una distanza di 70-100 metri, la velocità massima è di 34 k/h.
La cosa interessante è che questo piccolo drone ha anche la protezione centro la batteria scarica, ovvero quando l’autonomia sta per finire calcola il tempo necessario all’atterraggio e prima che non abbia sufficiente energia atterra da solo per non cadere nel vuoto quando è ormai scarico.

Drone DJI Spark, a prova di “incompetenti tecnologici”

Parrot Anafi caratteristiche e prezzo del drone che sfida DJI Mavic

DJI presenta Mavic Pro, il suo primo drone pieghevole

 

I migliori droni 2018 (agosto) per categoria: quale scegliere ultima modifica: 2018-08-06T07:17:50+00:00 da Web Digitalic
HPE Nimble

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!