Ufficiale: il Galaxy Fold non verrà prodotto è ufficiale, Samsung conferma il ritiro

Secondo un rapporto Forbes, Samsung ha ufficialmente confermato il ritiro del Galaxy Fold, almeno per adesso, a causa di problemi dei dispositivi

Secondo un rapporto Forbes, Samsung ha ufficialmente confermato il ritiro del Galaxy Fold, almeno per adesso, il Galaxy Fold non verrà prodotto.

Il dispositivo era già disponibile per i preordini e l’azienda aveva inviato diversi modelli di prova a noti YouTuber e giornalisti. Sfortunatamente, però, pochi giorni dopo aver ricevuto i dispositivi, molti utenti hanno riferito di aver riscontrato gravi problemi con i telefoni pieghevoli, in particolare con lo schermo interno del dispositivo.

ritiro del galaxy fold

Ritiro del Galaxy Fold: i problemi riscontrati

Secondo molti di coloro che stavano valutando il dispositivo, sembra che lo strato protettivo dello schermo avesse iniziato a separarsi dal resto del dispositivo, lasciando presumere che la pellicola fosse rimovibile. Tuttavia, dopo aver tentato di rimuovere la striscia protettiva di plastica, lo schermo del telefono ha immediatamente smesso di funzionare. In mano ad altri valutatori, invece, lo schermo del telefono ha smesso di funzionare più gradualmente e anche senza la rimozione dello strato protettivo.

Il Galaxy Fold non verrà prodotto, la cconferma di Samsung

L’azienda ha quindi preso in mano la situazione e ha informato i propri clienti che avrebbe posticipato la data di rilascio dello smartphone pieghevole, ma sembra che le cose siano cambiate e il dispositivo da $2.000 sia stato del tutto eliminato, quantomeno per il momento.

Advertising

Samsung continuerà comunque a spedire alcuni dispositivi. I clienti che hanno già ordinato il telefono e che hanno informato direttamente Samsung di essere ancora interessati a riceverlo potranno quindi in ogni caso mettere le mani sul dispositivo pieghevole di punta dell’azienda coreana.

“Se non riceveremo tue notizie e non lo avremo ancora spedito entro il 31 maggio, il tuo ordine verrà automaticamente annullato”, ha scritto Samsung a tutti i clienti che avevano preordinato il Galaxy Fold via e-mail.

I clienti che confermeranno l’ordine riceveranno quindi probabilmente dispositivi con gli stessi problemi di affidabilità riscontrati da chi ha già avuto modo di provarli.

Il caso iFixit

Durante una valutazione del dispositivo, iFixit aveva descritto il Galaxy Fold

come “fragile in maniera allarmante”. Nel video realizzato, iFixit aveva riscontrato un problema con il modo in cui il telefono era stato assemblato, che permetteva a particelle estranee di rimanere intrappolate dietro al display, causandone il malfunzionamento. Samsung aveva successivamente richiesto che la valutazione fosse rimossa. iFixit alla fine aveva rimosso il video, ma aveva chiarito attraverso una dichiarazione sul suo sito web di non avere alcun obbligo in questo senso.

“Ci è stata fornita un’unità Galaxy Fold da un partner di fiducia. Samsung ha chiesto, tramite tale partner, che iFixit rimuovesse la valutazione”, si legge nel comunicato, “non abbiamo l’obbligo di rimuovere le nostre analisi, né legale né di altro tipo.”

L’azienda aveva in programma di caricare un nuovo video di teardown quando il telefono fosse stato lanciato ufficialmente, ma sembra che ciò non possa più accadere, almeno per un po’.

Samsung deve infatti ancora annunciare se e quando il Galaxy Fold tornerà sul mercato degli smartphone.


Ufficiale: il Galaxy Fold non verrà prodotto è ufficiale, Samsung conferma il ritiro - Ultima modifica: 2019-05-14T06:49:30+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!