Tolto il velo dal nuovo flagship del quarto produttore di smartphone al mondo: Xiaomi presenta il suo Mi MIX 3, ed è esattamente come ce lo aspettavamo.

Xiaomi Mi MIX 3

Tempi di florida produzione in quel di Pechino, con Xiaomi che ormai sembra non riuscire a star ferma un attimo. Sono talmente tanti i modelli lanciati negli ultimi tempi dalla compagnia di Lei Jun, infatti, che si fa fatica a star dietro a tutta l’offerta della maestosa società orientale.

Alcuni dispositivi, tuttavia, sono concepiti per rimanere impressi nella mente delle persone già da prima del loro debutto ufficiale: è il caso di Xiaomi Mi MIX 3, lo smartphone di punta che il brand cinese ha riservato per quest’ultimo trimestre del 2018.

Uno smartphone davvero meraviglioso, completo di tutto ciò che si potrebbe desiderare, con un comparto tecnico eccellente, ed un design rivisitato per scongiurare l’adozione del tanto odiato notch.

Scopriamone di più.

Xiaomi Mi MIX 3: un vero flagship killer

Di questo nuovo dispositivo presentato, in effetti, sapevamo già tutto: merito dei rumors delle scorse settimane, ma anche delle anticipazioni elargite dai vertici dell’azienda sui social network, Xiaomi Mi MIX 3 si presenta così come ce lo aspettavamo.

La prima caratteristica di questo dispositivo, e di certo la più distintiva, è quella che riguarda il particolare design a scorrimento: due pannelli compongono il corpo del telefono, di cui quello superiore ospita il display touchscreeen, mentre quello inferiore custodisce tutto il comparto fotografico.
Anche quello anteriore, dal momento che per scattare una foto o utilizzare i sensori dello smartphone è necessario uno slide-down sullo schermo, per dare spazio al pannello posteriore in ceramica che, scivolandovi al di sotto, mostrerà tutto il necessario per selfie o riconoscimento facciale.

Proposta assai singolare che ricorda i cellulari di una volta, quelli che mostravano la tastiera solo con uno slide, ma che non rappresenta un’esclusiva: già Oppo ci aveva proposto questa soluzione all’inizio dell’anno con il suo Find X.

Il meccanismo magnetico viene azionato dall’utente, che farà scivolare le due parti dello smartphone anche per sbloccare il dispositivo o per rispondere a una chiamata.
Tutto, insomma, pur di non dover ricorrere al notch.

Ma Xiaomi Mi MIX 3 è campione dei record anche dal punto di vista della connettività: sarà infatti il primo smartphone sul mercato a disporre del supporto alla rete veloce 5G.

Anche la scheda tecnica del nuovo top di gamma cinese è da applausi, con un display OLED da 6.39 pollici, processore Qualcomm Snapdragon 845, e una memoria RAM generosa che può arrivare fino ai 10 GB.
Le fotocamere di Xiaomi Mi MIX 3 sono in tutto quattro, e si dividono equamente sia sul fronte che sul retro.
Nella parte posteriore, infatti, convivono due sensori di pari risoluzione da 12 megapixel con apertura f/1.8, di cui uno grandangolo e l’altro teleobiettivo, capaci di registrare video in 4K.

Le fotocamere anteriori, invece, sono di 24 megapixel una e 2 megapixel l’altra, per garantire selfie di alta qualità.
Completano le specifiche una batteria con ricarica rapida da 3200 mAh e un lettore di impronte digitale, mentre non mancherà l’ultima versione del sistema operativo mobile di Google, Android 9 Pie.

Per il momento Xiaomi Mi MIX 3 sarà commercializzato dal 1 novembre in Cina, ad un prezzo che parte da poco più di 400 euro, fino ad arrivare a più di 600 euro per la versione con 10 GB di memoria RAM.
Un costo tutto sommato contenuto, date le specifiche di questo grande smartphone.

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!