Apple, Samsung e Google sono entrati dopo ad Amazon nel business degli speaker intelligenti e il mercato è in pieno fermento. Se prima Alexa suonava e accendeva le luci, poi ha iniziato ad aiutarti a prenotare appuntamenti, mettere insieme liste della spesa e provare nuovi vestiti, ora permette di chattare con gli amici e la famiglia e presto sarà in grado di percepire come ti senti.

Ma non è lei la sola: negli anni trascorsi dall’introduzione di Echo di Amazon nel 2014, gli altoparlanti intelligenti sono diventati uno dei segmenti di dispositivi in più rapida crescita nel mercato della tecnologia consumer e altri giganti della tecnologia hanno realizzato e migliorato hardware per dispositivi di punta da lanciare sul mercato, in particolare Home di Google, con l’Assistente Google, Apple HomePod con la tecnologia Siri e Galaxy Home con la tecnologia Bixby di Samsung.

Smart Speaker basati sull’intelligenza artificiale

Questi leader tecnologici non stanno solo rilasciando nuovi dispositivi, stanno costruendo interi ecosistemi basati sull’intelligenza artificiale, abbinando hardware, software e app di terze parti e fatte in prima persona per far avanzare altri interessi commerciali e, dal momento che il possedere dispositivi domestici intelligenti ha un effetto valanga, conquistare i clienti ora significa probabilmente bloccare un più ampio spazio per nuove attività e guadagni in futuro.

Speaker intelligenti il livello di adozione

L’adozione degli smart speaker è ancora relativamente bassa rispetto agli over saturati mercati di smartphone e tablet, quindi le aziende tecnologiche hanno un sacco di interesse a convincere i clienti ad acquistare le loro distinte visioni di casa intelligente, ma i nuovi arrivati hanno un sacco di terreno da riguadagnare per competere.

Speaker intelligenti il confronto tra  Apple, Google, Samsung e Amazon

Ecco come ognuno dei principali protagonisti si sta concentrando sui loro punti di forza nel mercato degli altoparlanti intelligenti:

Amazon: l’obiettivo principale di Echo è di offrire ai consumatori un nuovo modo di acquistare beni per rafforzare il ruolo dell’azienda in cima alla piramide dell’e-commerce. Gli utenti possono parlare con Alexa e acquistare prodotti da Amazon direttamente tramite voce, nonché aggiungere articoli al carrello o ad un elenco per successiva revisione.

Speaker intelligenti echo speaker amazon

Amazon Echo

Google: i dispositivi Google Home sono pensati principalmente come utili assistenti che spingono i consumatori a utilizzare i servizi di ricerca di Google più spesso. Ciò fornisce all’azienda più dati per offrire pubblicità più mirata (e più costosa) agli utenti.

Google Home Hub Speaker intelligenti

Google Home Hub

Apple: il produttore degli iPhone sta cercando di costruire un altro flusso di entrate dalle vendite di hardware del suo HomePod, contrastando il predominio crescente di Google nel mercato. Si concentra sugli elementi da speaker di qualità del suo dispositivo, sottolineando come il dispositivo riproduce la musica, senza approfondire i suoi aspetti intelligenti.

Speaker intelligenti Apple Home Pod

Apple Home Pod

Samsung: Anche se la sua Galaxy Home alimentata da Bixby non è disponibile al pubblico, la prima incursione di Samsung nel mercato degli altoparlanti intelligenti dimostra che sta cercando di sfidare l’Apple HomePod e Google Home Max come altoparlanti di qualità.

Galaxy Home Speaker intelligenti

Galaxy Home: lo smart speaker di Samsung che usa l’assistente vocale Bixby

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!