La Tesla Model Y SUV sarà presentata il 14 marzo

Scopri la nuova versione Tesla Model Y SUV che sarà presentata il 14 Marzo e la terza versione del Supercharger che farà il suo debutto questa settimana.

Tesla presenterà il suo SUV crossover Model Y il 14 marzo durante un evento presso lo studio di design della società a Los Angeles, in base a quanto annunciato dal CEO, Elon Musk. La nuova auto elettrica sarà la quinta di Tesla da quando l’azienda è stata fondata nel 2003.

Tesla Model Y SUV: prime indiscrezioni

Il Modello Y condividerà circa il 75% delle sue parti con il Modello 3, che è attualmente l’auto più economica di Tesla. Musk ha affermato che il Modello Y sarà circa il 10 percento più grande, costerebbe circa il 10 percento in più e avrà un range leggermente inferiore rispetto al Modello 3. Il Modello Y non avrà le portiere “Falcon Wing” che si trovano sul SUV più grande di Tesla, il Modello X.

nuova-tesla-y-suv

Maggiori dettagli su specifiche e prezzi saranno rivelati durante l’evento e Tesla offrirà prove di guida, il che significa che l’azienda probabilmente ha già alcuni prototipi di pre-produzione. Musk ha anche detto che Tesla presenterà il suo pick-up elettrico “entro la fine di quest’anno”.

Tesla costruirà il Modello Y presso la Gigafactory dell’azienda, vicino a Reno, in Nevada, e il veicolo dovrebbe entrare in produzione a pieno regime nel 2020. Tesla ha anche in programma di realizzare una Model Ys presso la Gigafactory che sta costruendo a Shanghai, in Cina.

Tesla Model Y SUV: gli annunci di Elon Musk

L’annuncio di Musk arriva appena tre giorni dopo che Tesla ha finalmente reso disponibile il modello 3 da $35.000, promesso da lungo tempo. L’azienda ha anche annunciato, la scorsa settimana, che sta passando a un modello di vendita solo online e sta per chiudere “molti” negozi in tutto il mondo e sta licenziando un numero imprecisato di lavoratori.

Al momento, Tesla ha mostrato solo un’immagine teaser del modello Y: una semplice silhouette in bianco e nero, ma l’azienda parla da anni della nuova macchina. Nel 2015, Musk aveva twittato il nome del modello Y prima di eliminare rapidamente il tweet subito dopo. Egli aveva anche espresso riferimenti sul fatto che il SUV compatto sarebbe stato costruito sulla stessa piattaforma tecnologica del Modello 3, prima di decidere in ultima analisi di condividere la tecnologia tra le vetture al fine di essere in grado di portare il Modello Y sul mercato in tempo. Musk ha detto che Tesla ha firmato il progetto definitivo alla fine dello scorso anno.

Musk aveva in precedenza scherzato in merito al fatto che la Model Y sarebbe stata presentata il 15 marzo “perché le Idi di marzo suonavano bene.” Alcuni media cinesi avevano speculato all’inizio di questo mese che Tesla avrebbe potuto aspettare di mostrare l’automobile all’Auto Show di Shanghai di aprile.

Tesla Supercharger: stazione di ricarica per auto elettriche

Musk ha anche twittato che la terza versione delle sue stazioni di ricarica per auto elettriche, la “Supercharger” verrà rivelata questa settimana: mercoledì 6 marzo, la prima stazione pubblica di ricarica verrà messa in funzione alle 8PM PT, anche se non ha rivelato la posizione.

La versione 3 del Tesla Supercharger dovrebbe essere in grado di caricare le auto ad una velocità di 350 kW o più, in base ai precedenti tweet di Musk, e ciò aiuterebbe l’azienda a tenere il passo con una concorrenza sempre più agguerrita nel settore. Porsche ha detto che costruirà caricabatterie da 350kW per la sua attesissima gamma di auto sportive elettriche, e Volkswagen ha già iniziato a costruire una rete di stazioni di ricarica con il marchio Electrify America che può caricare tra i 150kW e i 350kW. Gli attuali Supercharger di Tesla hanno una portata massima di 145kW e le sue auto possono accettare solo fino a 120kW.


La Tesla Model Y SUV sarà presentata il 14 marzo - Ultima modifica: 2019-03-05T08:50:43+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!