Arduino e Miur insieme per arricchire il sistema educativo degli studenti italiani.
In occasione del secondo anniversario del Piano Nazionale Scuola Digitale, Massimo Banzi, Fondatore di Arduino, azienda conosciuta in tutto il mondo per le sue rivoluzionarie schede open-source, firma il Protocollo d’Intesa triennale con il MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. L’obiettivo di promuovere lo sviluppo delle competenze digitali di studenti e insegnanti delle scuole italiane: il concetto tradizionale di classe viene arricchito attraverso strumenti e contenuti digitali, ed esperienze pratiche di apprendimento.

Arduino cos’è, come funziona e i progetti che puoi fare

Arduino e Miur: cosa prevede l’accordo

Secondo quanto previsto dal Protocollo d’Intesa, la cui realizzazione verrà monitorata nel tempo, nel 2018 Arduino consentirà a 30 scuole italiane di accedere al Programma CTC 101. Il CTC 101 comprende un kit con schede e componenti elettronici (più di 700 inclusi, sensori, moduli per componenti, connettori, ecc.) per una classe fino a 30 studenti, una piattaforma di e-learning con moduli di contenuto e documentazione, webinar di training e forum di supporto per i docenti.
Il Piano di Attività 2018 del Protocollo d’Intesa prevede inoltre specifici momenti di formazione indirizzati ai docenti, attraverso una piattaforma e-learning contenente tutti i materiali didattici organizzati per blocchi di apprendimento. Gli studenti, divisi per gruppi, potranno utilizzare il kit Arduino CTC 101 con l’obiettivo di apprendere, sperimentare ed acquisire nuove competenze di coding, robotica educativa, comunicazioni wireless, etc. attraverso esperimenti e progetti pratici, con l’ulteriore beneficio derivante dalla collaborazione in team.

Arduino e Miur insieme per avvicinare i ragazzi al coding

“Siamo felici che il MIUR abbia identificato l’innovazione digitale come una priorità nell’istruzione, e che abbia individuato in Arduino uno strumento pratico ed innovativo per avvicinare i ragazzi al coding, alla programmazione e all’alfabetizzazione digitale” – ha commentato Massimo Banzi.
“Grazie a questo accordo la nostra realtà punta a promuovere lo sviluppo delle competenze digitali di insegnanti e studenti, e la ulteriore diffusione dell’innovazione nel Sistema di istruzione del nostro Paese” ha dichiarato Fabio Violante – CEO di Arduino – alla presenza del Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli in occasione di “Futura”, la tre giorni bolognese dedicata alla promozione dell’innovazione nelle scuole. “Gli studenti di oggi” – ha concluso – “ci porteranno nell’industria 4.0 e nel mondo dell’Internet of Things domani”.

Massimo Banzi #DigiScovering #PowerdByPixartPrinting Arduino e Miur

Massimo Banzi, fondatore di Arduino

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!