Sono passati 10 anni da quando Google ha lanciato il G1, il primo telefono Android. Da quel momento il sistema operativo è cresciuto , passando dal diventare l’alternativa nerd all’iPhone, fino a, probabilmente, risultare la piattaforma più popolare (o almeno popolata) al mondo. Ora siamo al lancio di Android P, cioè Android Pie, la nona versione. La strada non è stata, però, priva di incidenti.

10 anni di Android: ecco la sua storia

HTC G1 (2008)

Questo è il dispositivo che ha dato il via a tutto. Il G1 presentava una tastiera completa, la trackball, lo schermo scorrevole leggermente storto (persino nelle foto ufficiali) e una considerevole circonferenza che lo ha segnato fin dall’inizio come un telefono che solo un vero geek avrebbe potuto amare. Rispetto all’iPhone, era come una balena mal vestita.

Ma con il passare del tempo il suo software è maturato.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: il primo telefono è stato il G1

Moto Droid (2009)

Dopo il lancio zoppicante del G1, la maggior parte delle persone non ha dato a Android veramente una seconda chance fino a quando Motorola non ha rilasciato il suo Droid, un dispositivo più sottile, prodotto dal produttore dell’allora famoso RAZR. Guardando indietro, il Droid non era molto migliore o diverso dal G1, ma era più sottile, aveva uno schermo migliore e aveva il vantaggio di un’enorme spinta di marketing da parte di Motorola.

Per molti, il Droid e i suoi discendenti immediati sono stati i primi telefoni Android che hanno potuto mostrare qualcosa di nuovo e interessante, rimanendo, al contempo, anche molto più economici di un iPhone.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: Il Droid del 2009 per molti è un’icona

HTC/Google Nexus One (2010)

Questo dispositivo è stato il frutto della collaborazione tra Google e HTC e il primo ufficiale telefono di Google. Il Nexus One doveva essere un dispositivo di alta qualità che sarebbe finalmente riuscito a competere con l’iPhone. Il dispositivo aveva finalmente abbandonato la tastiera, ottenuto un nuovo schermo OLED e disponeva di un design gradevole. Sfortunatamente il nuovo smartphone ha manifestato presto due problemi.

Innanzitutto, l’ecosistema Android stava iniziando a essere affollato. Gli acquirenti potevano adesso disporre di più scelta e comprare telefoni a basso costo che avrebbero svolto le mansioni base. In secondo luogo, Apple avrebbe presto rilasciato l’iPhone 4, che ha obiettivamente superato il Nexus One e tutti i dispositivi affini.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: il primo Nexus è del 2010

HTC Evo 4G (2010)

Un altro HTC? Questo era proprio il periodo massimo per l’ormai defunta compagnia che si stava assumendo i rischi che nessun altro voleva assumersi e che con l’Evo 4G non ha fatto eccezione. Il dispositivo, nel momento in cui è uscito, risultava enorme: l’iPhone aveva uno schermo da 3,5 pollici e la maggior parte dei dispositivi Android non erano molto più grandi, se non generalmente più piccoli.

L’Evo 4G in qualche modo era riuscito, però, a superare le diffuse critiche sulla dimensione, che adesso risulterebbero ridicole, ed era divenuto un telefono abbastanza popolare, ma più in termini d’immagine che di vendite.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: i primi anni dominati da HTC

Samsung Galaxy S (2010)

Il debutto di Samsung è arrivato ed è stato un gran successo, con le versioni personalizzate del telefono che apparivano nei negozi di praticamente ogni carrier, ognuna con il proprio nome e design, soprattutto sul mercato nordamericano con: AT&T Captivate, T-Mobile Vibrant, Verizon Fascinate e Sprint Epic 4G, come se la line-up Android non fosse già abbastanza confusa al momento.

Sebbene il modello S fosse un telefono stabile e buono, non era privo di difetti e l’iPhone 4 era stato progettato per essere un competitor molto duro da battere. Ma le forti vendite hanno rafforzato l’impegno di Samsung e la serie Galaxy è ancora più forte oggi.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: il Primo Samsung Galaxy è del 2010

Motorola Xoom (2011)

Era un’era in cui i dispositivi Android rispondevano ad Apple e non viceversa come ormai si vede oggi, quindi non sorprende che a breve, dopo l’uscita dell’iPad, Google avesse tentato di spingere una versione di Android focalizzata sui tablet insieme al suo partner Motorola, offertosi volontario per essere il primo del genere con il suo tablet Xoom, che ebbe, però, durata breve.

Anche se ci sono ancora tablet Android in vendita oggi, lo Xoom ha rappresentato un vicolo cieco sulla strada dello sviluppo, un tentativo di ritagliarsi un pezzo di un mercato che Apple aveva essenzialmente inventato e presto dominato. I tablet Android di Motorola, HTC, Samsung e altri erano raramente più che adeguati, anche se hanno venduto abbastanza bene per un po’ di tempo.

Dieci anni Android

Amazon Kindle Fire (2011)

Chi meglio di Amazon nel tentativo di vendere un nuovo tablet? Il suo contributo al mondo di Android è stato la serie di tablet Fire, che si differenziava dal resto per essere estremamente economica e direttamente focalizzata sul consumo di media digitali. I dispositivi Fire si rivolgevano al cliente abituale di Amazon, i cui figli li stavano infastidendo per ottenere un tablet su cui giocare a Fruit Ninja o Angry Birds, ma che non volevano sborsare la cifra necessaria per un iPad.

Naturalmente Amazon si trovava in una posizione unica con la sua enorme presenza nel commercio online e la capacità di sovvenzionare il prezzo al di fuori della portata della concorrenza. I tablet Fire non sono mai stati particolarmente buoni, ma sono sempre stati abbastanza buone e, per il prezzo proposto, risultavano un miracolo.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: Anche Amazon ha scelto Android

Xperia Play (2011)

Sony ha sempre avuto difficoltà con Android. La sua linea di telefoni Xperia per anni è stata considerata decente e, probabilmente, anche leader nel reparto fotocamera, ma nessuno li ha comprati e il dispositivo meno acquistato, almeno in proporzione al clamore che aveva ottenuto, deve essere stato l’Xperia Play. Questa cosa doveva essere una piattaforma di gioco mobile, e l’idea di una tastiera joypad a scomparsa era fantastica, ma non ha funzionato.

Quello che Sony aveva dimostrato, involontariamente, era che non si poteva semplicemente cavalcare la popolarità e la diversità di Android e lanciare qualunque cosa diavolo si volesse, sperando di vendere abbastanza. I telefoni non si vendevano da soli e, anche se l’idea di giocare ai giochi per Playstation sul telefono poteva sembrare interessante per alcuni nerd, la novità non ha mai attecchito.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: Sony Xperia per giocare sul serio

Samsung Galaxy Note (2012)

Nel 2012, Samsung si è lanciata, senza risparmiare sforzi, sul mercato dei dispositivi di dimensione ampia con il primo vero “phablet” e, nonostante i gemiti di protesta, il telefono non solo ha venduto bene, ma è diventato un punto fermo della serie Galaxy. È probabilmente in risposta a questa scelta che Apple ha deciso poi di lanciare una linea di dimensioni “Plus”.

Il Note rappresentava anche un passo verso l’uso del telefono per una produttività più seria, non solo per le usuali attività quotidiane da telefono evoluto. Il lancio, però, non è risultato essere pienamente apprezzato, anche perché, probabilmente, Android non era ancora pronto per essere altamente produttivo, ma in, guardano al passato, il Note era in anticipo sui tempi.

Samsung-Galaxy-Note-9 Dieci anni Android

Android compie 10 anni: il primo Galaxy Note è del 2012

Google Nexus Q (2012)

Questo tentativo abortito di Google di diffondere Android trasversalmente in una piattaforma adottabile da diversi dispostivi si era dimostrata fare parte di una serie di scelte sconsiderate per il periodo. Il problema del Nexus Q era che si trattava di un hardware molto bello con un software ancora deludente a controllarlo.

Dieci anni Android

HTC First, il “Facebook Phone” (2013)

Il telefono in se era un bel pezzo di hardware con un design sobrio e colori audaci, ma il suo launcher predefinito, la condannata Home di Facebook, era irrimediabilmente scarso.

Il First ha avuto un tale negativo futuro da essere stato annunciato ad aprile e cessato a maggio. Ai responsabili dei negozi in cui brevemente è stato distribuito veniva addirittura insegnato a disabilitare il launcher di Facebook per rivelare che il telefono era in realtà perfettamente funzionante.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: c’è stato anche il “Facebook Phone”

HTC One/M8 (2014)

Questo è stato l’inizio della fine per HTC, nonostante negli ultimi anni di vita l’azienda avesse aggiornato il design realizzando qualcosa potenzialmente in grado di rivaleggiava con Apple. Il One e i suoi successori erano buoni telefoni, ma il sottolineare la potenza della fotocamera “Ultrapixel”, che poi si era rivelata non tanto buona, non ha giovato al dispositivo, che si è rivelato non essere abastanza performante e apprezzato da poter rivaleggiare l’iPhone.

Mentre Samsung iniziava a dominare sempre di più ed LG e le aziende cinesi entravano sempre di più nella mischia, HTC era sotto assedio e persino una serie di telefoni solida come quella non poteva competere. Il 2014 è stato un periodo di transizione in cui i vecchi produttori si sono estinti e quelli dominanti hanno preso il sopravvento, portando infine al mercato che vediamo oggi.

Dieci anni Android

Android compie 10 anni: HTC One è stato una vera innovazione

Google/LG Nexus 5X e Huawei 6P (2015)

Questa è stata la linea che ha portato Google sul serio in corsa con i protagonisti dell’hardware. Dopo il pasticcio del lancio di Nexus Q, Google aveva bisogno di uscire dallo stallo e lo ha fatto sposando l’hardware con un software davvero performante. Android 5 era un sogno da usare, Marshmallow aveva caratteristiche degne di nota e i telefoni stavano iniziando a diventare qualcosa da adorare, anche gli Android.

Con questo modello Google ha iniziato la sua corsa, producendo poi sempre più dispositivi di qualità.

Dieci anni Android

Google Pixel (2016)

Se il Nexus è stato la giusta partenza per l’ingresso a pieno titolo di Google nella gara dell’hardware mobile, la linea Pixel non è stata da meno e ha portato Google ad altre vette, rendendo la grande G un deciso concorrente di Apple.

La fotocamera del telefono è risultata incredibile, il software funziona in modo relativamente semplice e le dimensioni e la potenza del telefono sono risultate tutto ciò che chiunque potrebbe desiderare da uno smartphone.

google pixel smartphone Dieci anni Android

Android compie 10 anni: nel 2016 arriva il Google Pixel

L’ascesa e la caduta del telefono Essential

Nel 2017, Andy Rubin, il creatore di Android, ha debuttato, con il suo nuovo studio di produzione Digital Playground, con il lancio di Essential, il suo primo telefono. La società aveva raccolto $300 milioni per portare tale telefono sul mercato, annunciandolo come la prossima novità dell’hardware. Il telefono aveva però subito ricevuto recensioni contrastanti. Alla fine, il mercato sembrava essere d’accordo nel non dare più spazio a questo dispositivo.

Dieci anni Android

Android dieci anni di successo e una grande crescita hardware

Nei dieci anni trascorsi dal suo lancio, Android è diventato il sistema operativo più utilizzato. Qualche versione del suo software può essere trovata in circa 2,3 miliardi di dispositivi in tutto il mondo e sta alimentando una rivoluzione tecnologica in paesi come l’India e la Cina. Mentre entra nel suo secondo decennio, non c’è alcun segno che qualcosa possa rallentare la sua crescita (o dominio) come sistema operativo primario in gran parte del mondo.

Vediamo cosa porteranno i prossimi dieci anni.

Android compie 10 anni: ecco la sua storia ultima modifica: 2018-09-25T06:40:43+00:00 da Web Digitalic
IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!