Facebook sospende 400 app dopo aver investigato su migliaia di app a seguito del Datagate, lo scandalo che ha portato alla luce il caso Cambridge Analytica.

facebook sospende 400 app

Facebook sospende 400 app per i sospetti di uso improprio dei dati raccolti e ritira una sua App dall’App Store di Apple: Onavo per violazioni delle linee guida Apple sulla raccolta dei dati

Facebook sospende 400 app

400 app sospese da Facebook sono una notizia, perché si tratta del doppio rispetto a quelle che la società ha dichiarato in precedenza di aver sospeso. Facebook ha preso questa decisione “a causa delle preoccupazioni riguardanti gli sviluppatori che le hanno create o per via dei dubbi su come le informazioni che le persone hanno deciso di condividere con queste app potrebbero essere state utilizzate – cosa che stiamo esaminando in modo molto più approfondito”, ha detto la società in un post sul blog.

App sospese da Facebook: il caso myPersonality

Una di queste indagini, riguardanti un’app chiamata myPersonality, ha comportato un divieto totale perché l’app non ha collaborato alle indagini di Facebook e “perché è chiaro che hanno condiviso informazioni con società di ricerca e aziende applicando protezioni limitate”. Sono ben quattro milioni le persone che hanno scelto di condividere le loro informazioni con myPersonality, un quiz di personalità che era attivo prima del 2012, queste persone saranno avvisate tramite i loro profili Facebook.

Facebook maggiori controlli su app e privacy

Facebook sta aumentando gli standard della sua privacy, soprattutto per quanto riguarda i rapporti con gli sviluppatori di app, dopo le rivelazioni del caso Cambridge Analytica, in cui una società di consulenza politica, ha ottenuto informazioni su oltre 85 milioni di utenti di Facebook senza il loro permesso, attraverso il lo sviluppatore di un’app sulla personalità . Questo caso ha portato a un enorme attenzione del pubblico su Facebook, fino ad arrivare alla richiesta di testimoniare davanti al Congresso Americano per Mark Zuckerberg e anche alla prima multa per Facebook per lo scandalo.

Facebook sospende anche una sua App: Onavo

Nel frattempo, la società ha dovuto fare i conti anche con la sicurezze delle sue app. Facebook ha dichiarato di aver rimosso la sua applicazione Onavo dall’app store di Apple, dopo che Apple ha cambiato le sue regole per vietare il tipo di raccolta di dati che veniva eseguita da Onavo. L’app, una volta installata, utilizza una rete privata virtuale per la scansione delle attività su Internet, che consentiva a Facebook di ottenere informazioni sulla popolarità delle e prendere quindi decisioni su quali tipi di software acquistare o costruire.

“Con l’ultimo aggiornamento delle nostre linee guida, abbiamo chiarito esplicitamente che le app non devono raccogliere informazioni su quali altre app siano installate sul dispositivo di un utente a fini di analisi, pubblicità o marketing e devono rendere chiaro quali dati dell’utente saranno raccolti e come saranno usati “, ha detto Apple in una dichiarazione su Onavo.

Facebook ha affermato che è sempre stato chiaro come sarebbero stati utilizzati i dati raccolti da Onavo.

Le app più scaricate di sempre per iPhone – Top 10 anni

Le app più scaricate per categoria: dai social al cibo

Le migliori app Android per i veri fan di Google

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!