Fotocamera iPhone Xs : 7 esagerazioni eclatanti che Apple ha raccontato

Fotocamera iPhone Xs : durante l’evento di lancio Apple ha esagerato nelle affermazioni. Ecco 7 frasi da prendere con le pinze

Apple lancia sempre qualche esagerazione durante i suoi eventi di lancio e l’annuncio dell’iPhone XS non ha fatto eccezione. Apple non è stata mai, fino a questo punto, però, così sfacciata nella presentazione delle “nuove” caratteristiche della fotocamera iPhone XS . Nessuno dubita che gli iPhone facciano buone foto, quindi perché preoccuparsi di fare esagerazioni così eclatanti? Forse semplicemente non riescono a farne a meno.

Per essere chiari, non ci sono dubbi che Apple abbia apportato degli aggiornamenti per rendere migliore la fotocamera dell’iPhone Xs ma, qualunque siano questi miglioramenti, sono stati oscurati dal frastuono di affermazioni dubbie e eccessivamente iperboliche, a volte semplicemente sbagliate.

Fotocamera iPhone Xs : ecco alcune esagerazioni eclatanti.

“La fotocamera più famosa al mondo”

Ci sono un sacco di iPhone in giro, questo è certo, ma definire l’iPhone come una macchina fotografica usata da un decennio è, in un certo senso, una scelta un po’ particolare. Partendo dallo stesso punto di vista, Samsung sarebbe quasi certamente in vantaggio se contassimo tutti i suoi telefoni Galaxy, che, nel decennio, hanno sicuramente superato Apple. Se si volesse intendere iOs vs. Android, Apple perderebbe 10 a 1.

L’iPhone è una delle fotocamere più famose al mondo? Probabile; è la fotocamera più famosa al mondo in assoluto? Molto difficile crederci e capire su che base questa affermazione possa avere fondamento razionalmente. Il punto è che stanno utilizzando certamente metriche malleabili e insicure e molti potrebbero rivendicare la stessa cosa in base a come vengano presentati e interpretati i numeri. Come al solito, Apple non ha mostrato dati precisi, quindi possiamo anche chiamare l’affermazione una sorta di bluff per vendere.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera

Fotocamera iPhone Xs: è la fotocamera più famosa al mondo? difficile dirlo

“Nuovo straordinario sistema a doppia fotocamera”

Gran parte della novità della fotocamera iPhone XS , a quanto pare, deriva dal miglioramento del sensore e del processore d’immagine. Ma siccome nella presentazione, parlando delle specifiche della fotocamera, è stata mostrata un’immagine esplosa dell’hardware della camera doppia, potremmo considerarlo come un riferimento a questo particolare.

In realtà non è chiaro cosa nell’hardware sia diverso dall’iPhone X. Certamente, guardando le specifiche fornite, sembrano quasi identiche e le differenze molto poco “remarkable”:

Senza ascoltare le esagerazioni della presentazione, se si affermasse che si tratta di fotocamere diverse, sarebbe difficile crederlo da soli: stessi numeri, nessuna ragione per pensare che la stabilizzazione dell’immagine sia diversa o migliore e così via. Non sarebbe irragionevole supporre che queste siano, per quanto riguarda l’ottica, le stesse fotocamere di prima. Di nuovo, non che ci fosse qualcosa di sbagliato in loro: sono delle favolose ottiche, ma mostrare componenti che sembrano in effetti uguali e dire che sono diversi e stupefacenti risulta fuorviante.

Dato lo stile di Apple, se ci fossero state delle modifiche rilevanti all’obiettivo o all’OIS, avrebbero detto qualcosa in merito. Non è una cosa facile o banale migliorare queste specifiche e si sarebbero probabilmente presi il merito se lo avessero fatto.

Il sensore naturalmente è estremamente importante ed è migliorato: il passaggio dei pixel a 1,4 micrometri sulla fotocamera principale grandangolare è più grande rispetto ai 1,22 micrometri sul modello X. Poiché i megapixel sono simili, possiamo probabilmente supporre che il sensore “più grande” è una conseguenza di questo diverso pixel pitch, non di alcun tipo di reale cambiamento del fattore di forma. È certamente più grande, ma il più ampio pitch di pixel, che aiuta con la sensibilità, è ciò che è effettivamente migliorato e le dimensioni aumentate sono solo una conseguenza di ciò e non molto più.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera

Fotocamera iPhone Xs: doppio obiettivo, ma non è una novità

“Sensore 2 volte più veloce… per una migliore qualità dell’immagine”

Non è molto chiaro cosa si intende quando si dice così: è il processore che è più veloce, poiché è ciò che probabilmente produrrebbe una migliore qualità dell’immagine (più potenza per calcolare i colori, codificare meglio e così via) “Veloce” si riferisce anche all’assorbimento della luce – è più veloce in tal senso? In che modo è più veloce e perché rimane ancora un mistero.

Non sembra sia casuale che questa affermazione sia stata semplicemente citata e non meglio specificata. Ad Apple piacciono i grandi numeri semplici e non vuole giocare al gioco delle specifiche tecniche allo stesso modo degli altri, ma questa affermazione attraversa la linea che passa dalla semplificazione all’affermazione potenzialmente fuorviante. Queste informazioni potrebbero in ogni modo essere meglio specificate da qualche test ufficiale o specifiche più dettagliatamente fornite da Apple.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera

Fotocamera iPhone Xs: sensore 2 volte più veloce, ma da che punto di vista?

“Ciò che è completamente nuovo è connettere l’ISP con il motore neurale, per usarli insieme”

Ora, questo è stato un po’ un gioco di prestigio. Presumibilmente ciò che è nuovo è che Apple ha integrato meglio il percorso di elaborazione delle immagini tra il tradizionale processore di immagini e il “motore neurale”, che si occupa del rilevamento del volto.

Potrebbe essere nuovo per Apple e per la Fotocamera dell’ iPhone Xs, ma questo genere di cose è standard in molte fotocamere da anni. Entrambi i telefoni e i sistemi a lenti intercambiabili come le reflex digitali utilizzano la rilevazione di volti e occhi, alcuni dei quali utilizzano modelli di tipo neurale, per guidare l’autofocus o l’esposizione. Questo (e i problemi che ne derivano) risalgono a anni e anni fa. Da ricordare ancora le vecchie point-and-shoot che ce l’avevano, ma sfortunatamente non riuscivo a rilevare persone che avevano la pelle scura o che si accigliavano.

Le cose sono migliorate molto (le unità di rilevamento della profondità di Apple probabilmente aiutano molto), ma l’idea di legare un sistema di tracciamento facciale, qualunque sia il nome di fantasia che si voglia dare al sistema, nel processo di acquisizione dell’immagine è un gioco di prestigio e di apparenze. Quello che c’è nella Fotocamera iPhone XS potrebbe essere il migliore metodo, forse, ma probabilmente non si tratta di qualcosa di “completamente nuovo”, nemmeno per Apple, per non parlare ovviamente del resto della fotografia.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera

Fotocamera iPhone Xs: foto e reti neurali, non è una novità assoluta

“Nella fotocamera iPhone XS abbiamo una nuova funzionalità che chiamiamo smart HDR.”

La nuova funzione di Apple è da parecchio tempo disponibile sui telefoni Pixel di Google. Molte telecamere ora mantengono attivo un buffer del frame, essenzialmente scattando foto in background mentre l’app è aperta, quindi utilizzando l’ultima quando si preme il pulsante. E Google, tra gli altri, ha avuto l’idea di poter usare queste immagini invisibili come materia prima per uno scatto HDR.

Probabilmente il metodo di Apple è diverso e potrebbe anche essere migliore, ma fondamentalmente è la stessa cosa. Ancora una volta, “nuovo di zecca” per gli utenti di iPhone Xs, ma ben noto tra i dispositivi di punta di Android, già da tempo.

“Questo è quello che non dovresti fare, giusto, scattare una foto al sole, perché stai per spegnere l’esposimetro.”

È ovvio che non bisognerebbe fotografare puntando direttamente al sole, ma non è inusuale includere il sole negli scatti, infatti, al giorno d’oggi, l’esposimetro non si “spegnerà” perché quasi tutti gli algoritmi di esposizione automatica della fotocamera sono ponderati al centro o spostati in modo intelligente, per trovare, ad esempio, i volti.

Quando il sole è nel tuo scatto, il tuo problema non è quello delle luci accentuate, ma una mancanza di gamma dinamica causata da una grande differenza tra l’esposizione necessaria per catturare lo sfondo illuminato dal sole e il primo piano ombreggiato. Naturalmente, come dice Phil, una delle migliori applicazioni di HDR: un’esposizione ben bilanciata può assicurare di avere i dettagli dell’ombra pur mantenendo quelli luminosi.

Stranamente, nella foto che ha scelto, i dettagli delle ombre si sono per lo più persi, si vede solo un po’ di rumore. Non c’è bisogno dell’HDR per ottenere quelle gocce d’acqua, ma non è quello di cui effettivamente stava parlando Phil.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera

Fotocamera iPhone Xs e lo smart HDR

“ Con la fotocamera iPhone XS è possibile regolare la profondità di campo … questo non è stato possibile in fotografia con nessun tipo di fotocamera.”

Questo semplicemente non è vero. Si può fare sul Galaxy S9, ad esempio, e verrà distribuito anche su Google Foto. Lytro ha fatto la stessa cosa anni e anni fa, se includessimo “qualsiasi tipo di macchina fotografica”. Sarà meglio? Forse si, fantastico. Non è mai stato possibile? Purtroppo non è un’affermazione veritiera.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera

Fotocamera iPhone Xs: la profondità di campo regolabile dopo lo scatto è un’invenzione di Lytro

Apple produce dispositivi di pregio e gli iPhone, per essere dei telefoni, scattano delle buone, se non ottime immagini, ma che siano le migliori e che la tecnologia adoperata sia innovativa è da vedere e le affermazioni sembrano in ampia misura alquanto fuorvianti e dubbie, ancor di più se paragonate all’offerta della concorrenza flagship smartphone di alta categoria.

Apple iPhone Xs esagerazioni fotocamera


Fotocamera iPhone Xs : 7 esagerazioni eclatanti che Apple ha raccontato - Ultima modifica: 2018-09-18T07:07:50+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!