I migliori smartphone e gadget del Mobile World Congress 2019

Non hai potuto stare al passo con tutti i nuovi annunci di smartphone e gadget tecnologici del MWC? Ecco il meglio fino ad ora. Ecco un semplice sguardo alle novità che è necessario conoscere in merito al MWC 2019.

Tutte le novità del Mobile World Congress 2019, o per lo meno quelle che vale la pena conoscere: i nuovi smartphone, i gadget, le innovazioni che dal MWC 2019 arriveranno presto sul mercato,

Samsung Galaxy Fold pieghevole

La scorsa settimana Samsung ha avviato una serie di presentazioni interessanti con l’annuncio di un’intera serie di gadget Samsung poco prima che il MWC iniziasse. L’annuncio più “pratico” è stato quello del Galaxy S10 con un sensore di impronte digitali che è sotto lo schermo. Il nuovo dispositivo più eccitante, tuttavia, è stato il Galaxy Fold, che si apre per mostrare uno schermo da 7,3 pollici che funziona come un tablet.

Samsung-Galaxy-Fold smartphone

Huawei Mate X  telefono pieghevole più sorprendente

Anche il telefono di Huawei si piega, ma è molto diverso da quello di Samsung: il Mate X ha uno schermo principale da 6,6 pollici nella parte anteriore e un display da 6,38 pollici sul retro. Capovolgi il dispositivo e diventa uno schermo da 8 pollici con una risoluzione totale di 2.480×2.000. Sembra fornisca un’esperienza d’uso migliore del Samsung quando è chiuso, ma ovviamente lo sapremo per certo una volta che li avremo usati entrambi a fondo.

Il Mate X uscirà sul mercato questa estate con un prezzo di circa €2.500, non proprio economico, ma si direbbe sia un dispositivo più gradevole del Samsung, almeno in questa fase iniziale.

matex

Microsoft Hololens 2

La prima versione del visore per realtà aumentata di Microsoft, HoloLens, ha debuttato nel lontano marzo del 2016, fornendo un’impressionante sovrapposizione di oggetti digitali sul mondo reale, ma presentava alcune limitazioni drastiche, tra cui un complicato processo di calibrazione e un campo visivo che era troppo piccolo per raggiungere un vero effetto immersivo. Ora, tuttavia, Microsoft ha lanciato una nuova versione del visore che risolve molti di questi problemi.

Le videocamere nell’hardware misurano la distanza del dispositivo dagli occhi dell’utente e regolano l’immagine di conseguenza senza impostazioni manuali. Il campo visivo è più ampio e più alto, il che consente di realizzare un’esperienza di realtà aumentata molto più convincente che si estende ulteriormente nella visione periferica e i display offrono una risoluzione più elevata in modo da poter vedere testi più piccoli e inserire più informazioni sul display stesso.

I nuovi HoloLens da $3.500 sono ancora destinati ai clienti commerciali, quindi non aspettarti che uno di questi ti possa aiutare a preparare la cena, o operazioni simili. Si farà strada sui volti dei professionisti della medicina o della produzione, così come degli educatori e dei loro studenti.

Alpha Nubia: il braccialetto slap innovativo

Il nuovo smartwatch Alpha Nubia ha l’aspetto di un braccialetto “slap” degli anni ’90, solo che si tratta di un braccialetto slap di fascia alta che è anche un display OLED.
Il pannello OLED di Visionox misura quattro pollici, il che è abbastanza grande per uno smartwatch. È un’idea originale: la gente vuole più spazio sullo schermo dopo tutto e molte persone si lamentano della dimensione degli schermi degli smartwatch, ma questo grande display è forse eccessivo. Sembra un po’ grandicello da mettere al polso, anche se il dispositivo non sembra grande tanto quanto la versione prototipo vista all’IFA 2018.

Il Nubia Alpha fa tutto ciò che fa un normale smartwatch. Supporta Bluetooth e Wi-Fi, così come eSIM per le telefonate e ciò significa che è possibile inviare messaggi, effettuare chiamate e accedere a Internet senza il telefono nelle vicinanze. Può anche misurare la frequenza cardiaca, la qualità del sonno e vari esercizi effettuati.

alpha-nubia

Sony Xperia 1: OLED 4K HDR

Il nuovo telefono di punta di Sony è un insieme di caratteristiche di punta: vanta un processore Snapdragon 855, 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione integrato. La vera attrazione, tuttavia, è lo schermo. Lo schermo da 6,5 ​​pollici ha un aspect ratio super-wide (o alto, se lo stai tenendo verticalmente) con risoluzione 4K da 3.840×1664; dispone anche del supporto High-dynamic range (HDR) e audio Dolby Atmos, la cui somma lo rende più gradevole della TV di casa all’uso. Da abbinare alla qualità dello schermo, lo smartphone ha tre diverse fotocamere per scattare diversi campi visivi:

  • grandangolo
  • normale
  • teleobiettivo

Ha un sensore da 12 megapixel e una funzione che mette a fuoco automaticamente l’occhio di un soggetto ritratto quando si scatta una foto, in modo da non ottenere accidentalmente un volto sfocato con uno sfondo nitido.
Sulla carta, la fotocamera sembra un mostro, ma sappiamo che le specifiche non sono tutto. Non esiste ancora un prezzo ufficiale, ma è previsto che venga lanciato per la primavera di quest’anno.

sony phone

Oppo sta lavorando su un obiettivo per smartphone con zoom ottico 10x

“Zoom ottico” è un termine che i produttori di smartphone usano piuttosto liberamente. Nel mondo delle fotocamere, di solito si riferisce a una lente con pezzi che si muovono all’interno per cambiare il campo visivo. Un campo visivo più ampio crea un obiettivo grandangolare, mentre un campo visivo ristretto è un teleobiettivo. Gli smartphone, tuttavia, in genere aggiungono diversi obiettivi e sensori e passano da uno all’altro, usando la magia digitale per riempire gli spazi vuoti.
La nuova fotocamera con zoom ottico 10x di Oppo avrà tre fotocamere, la più ampia delle quali sarà di 16 mm (circa il 50 percento più largo di una tipica fotocamera di iPhone) e 160 mm, che è più di quanto, tipicamente, un fotografo utilizzerebbe per un ritratto.

Lo zoom ottico ha i suoi vantaggi, come un minor numero di brutti effetti digitali nel fotogramma, ma tenere ferma una fotocamera con 160 mm non è sempre un compito facile, che può portare a soggetti mossi.

Sprint e HTC hanno realizzato un hub 5G

Ci sarà un delicato periodo di transizione quando il 5G verrà presentato agli utenti, in cui smartphone e altri dispositivi non avranno l’hardware necessario per dialogare direttamente con la rete più veloce. È qui che entrano in gioco dispositivi come l’hub 5G di HTC. Si tratta principalmente di un access point che si connette alla rete 5G e quindi permette di collegarsi a fino 20 dispositivi. Se un telefono non dispone delle necessarie apparecchiature 5G, l’hub può trasferire dati tramite WiFi o WiFi 6, nuovo e più veloce. Dispone anche di una batteria integrata, in modo che possa continuare a fornire una connessione adeguata anche senza alimentazione.

htchub

Nokia 9 PureView com 5 fotocamere

Tre fotocamere non sono sufficienti per gli smartphone? Bene, allora, che ne dici di cinque? Questo è quello che Nokia ha fatto con il dispositivo 9 PureView, che ha due telecamere a colori e tre con sensori in bianco e nero, che scattano insieme. Non si ottengono cinque livelli separati di zoom o qualcosa del genere, ma il dispositivo esegue cinque scatti simultanei e quindi agglomera tutti i dati dell’immagine insieme per creare un’immagine veramente nitida e carica di dettagli. I sensori monocromatici aiutano con cose come contrasto e nitidezza e bordi degli oggetti. Le fotocamere aggiuntive possono anche aiutare a catturare cose come le informazioni di profondità per sfocare gli sfondi in maniera precisa.

Le immagini di prova iniziali appaiono un po’ troppo nitide, il che significa che i bordi sono così definiti che le immagini possono sembrare dure, ma sicuramente gli utenti disporranno delle opzioni per modificare l’aspetto delle foto.

nokia phone

LG ThinQ G8

Non si piega, ma il telefono LG ThinQ G8 è unico in un paio di modi: in primis, lo schermo stesso è l’altoparlante come nei telefoni totalmente sigillati che abbiamo visto all’inizio di quest’anno. Dispone, inoltre, di controlli gestuali e di una funzionalità che consente di sbloccarlo mostrando il palmo della mano alla fotocamera frontale. Ma le cose diventano più normali da lì in poi.

lg


I migliori smartphone e gadget del Mobile World Congress 2019 - Ultima modifica: 2019-02-27T22:15:32+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

IQ Test reti aziendali

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!