Samsung Galaxy S10: le caratteristiche tecniche svelate

Le caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy S10 svelatem uscita il 20 febbraio, prezzo fino a 1.600 euro e tutto ciò che sappiamo sul nuovo smartphone

Ormai svelate per il Samsung Galaxy S10 le caratteristiche tecniche mentre l’uscita del nuovo modello l’ha rivelata Samsung che ha annunciato che ospiterà il prossimo evento Unpacked a San Francisco il 20 febbraio e, con questo annuncio, il conto alla rovescia per il Samsung Galaxy S10 inizia sul serio.

Samsung Galaxy S10 caratteristiche tecniche

In qualità di produttore di telefoni cellulari più grande al mondo, Samsung riscuote sempre grande successo mediatico quando si tratta di annunciare un nuovo dispositivo e con il modello S10 le voci e gli annunci si susseguono.

Un coro di analisti, esperti e divulgatori sta dipingendo un’immagine di un Samsung Galaxy S10 pieno zeppo di caratteristiche potenzialmente straordinarie, tra cui un sensore di impronte digitali a ultrasuoni, il Face ID e il display Infinity-O. Se le voci di corridoio risultassero vere, Samsung potrebbe ottenere un enorme successo e assicurarsi il suo posto di primo piano nella fascia alta degli smartphone che riscuotono consensi e risonanza.

In caso contrario, qualora la maggior parte delle voci fossero, in realtà, non confermate, la strada da percorrere potrebbe risultare in salita. I Galaxy S9 e S9 Plus, introdotti a febbraio dello scorso anno, non hanno venduto particolarmente bene. Le vendite di telefoni in rallentamento sono ora una minaccia per ogni marchio e la cinese Huawei, che ha spodestato Apple per conquistare la posizione numero 2, sta aumentando la pressione su Samsung. Nonostante i suoi problemi, tra cui la crescente ostilità dei governi negli Stati Uniti e in tutto il mondo, Huawei continua a guidare le vendite grazie alla forza di prodotti innovativi come il Mate 20 Pro.

Inoltre c’è una coppia di tecnologie emergenti che promettono di alterare il panorama degli smartphone nel breve periodo: Samsung sta combattendo contro LG, Huawei e altri per essere il primo sul mercato a poter commercializzare un telefono pieghevole e ogni produttore di telefoni è in corsa per produrre telefoni in grado di supportare la prossima generazione di tecnologia cellulare, chiamata 5G. Ci aspettiamo di vedere esempi di entrambe le tecnologie entro quest’anno.

 

Samsung Galaxy S10 in tre modelli: inclusi Plus e Lite

Si dice che il Galaxy S10 sarà disponibile in tre configurazioni:

Galaxy S10: a quanto pare con il nome in codice Beyond 1, si dice che questo modello abbia le stesse dimensioni del Galaxy S9 di oggi, ma con cornici ancora più sottili. Dovrebbe avere uno schermo da 6.1 pollici e una fotocamera frontale.

Galaxy S10 Plus: a quanto pare con il nome in codice Beyond X o Beyond 2, questo sarà il successore del Galaxy S9 Plus e avrà uno schermo più grande, forse un display da 6,4 pollici e fino a quattro telecamere posteriori, due fotocamere frontali e una batteria particolarmente capiente. Nonostante alcune voci sul supporto per il 5G, è ancora improbabile.

Galaxy S10 Lite: a quanto pare con il nome in codice Beyond 0. Modellato sulla base dell’iPhone XR, questo potrebbe essere un dispositivo più piccolo e meno costoso con uno schermo da 5,8 pollici e meno abbellimenti hardware. Altre voci parlano di bordi dritti invece di due lati curvi, nessun lettore di impronte digitali sullo schermo e nessun jack per cuffie.

samsung galaxy s10 caratteristiche

 

Samsung Galaxy S10 con il 5G

Anche se i telefoni non sono stati al centro della conferenza stampa di Samsung al CES, sono risultati certamente parte dei messaggi di fatto. Dal palco, HS Kim, presidente e CEO della divisione Consumer Electronics dell’azienda, ha affermato che Samsung è stata la prima a ottenere l’approvazione FCC per le sue apparecchiature 5G commerciali e ha promesso che la tecnologia sarà disponibile per i consumatori negli Stati Uniti durante la prima metà del 2019.

Samsung si è impegnata a introdurre quattro telefoni 5G nel corso del 2019, due per AT&T e uno per Verizon e Sprint. Tuttavia, nonostante le persistenti voci, non ci si aspetta che uno dei telefoni Galaxy S10 sia il primo modello con il 5G di Samsung. Il capo mobile di Samsung, DJ Koh, ha detto ai giornalisti coreani a novembre che un dispositivo distinto che verrà lanciato a marzo in Corea sarà il suo primo telefono 5G.

Samsung Galaxy S10 con modalità “Bright Night”

Google ha conquistato il titolo di miglior telefono Android del 2018 con il Pixel 3, basato in gran parte sulla forza della sua eccezionale tecnologia fotografica, che produce foto straordinarie anche in condizioni di scarsa illuminazione. Ora, XDA Developers ha portato alla luce la prova che Samsung potrebbe preparare la sua versione della funzione Night Sight di Google – chiamata, in modo molto gradito, “Bright Night” – che potrebbe debuttare sul Galaxy S10.

Basato su indizi trovati nel codice della recente release One UI di Samsung, Samsung ha apparentemente sviluppato un modo per produrre foto luminose in condizioni molto buie utilizzando la fotografia computazionale. Se fosse vero, questo potrebbe aiutare il Galaxy S10 a correggere uno dei maggiori difetti del Galaxy S9 e porlo in posizione migliore nella competizione con i migliori telefoni per scattare foto nel 2019.

Samsung Galaxy S10 nuovi modelli con schermi più grandi

Due giorni prima di Natale, il “serial leaker” Ice ha twittato le dimensioni dello schermo dei cinque telefoni Samsung in arrivo – tra cui una versione 5G del Galaxy S10 – e il Note 10. Il tweet conferma le informazioni precedenti e, se accurate, suggerisce che il prezzo non sarà l’unica cosa ad aumentare nel 2019.

samsung galaxy s10

Con 6,11 pollici di diagonale, il display del Galaxy S10 sarebbe più grande del 5% rispetto al Galaxy S9 e un display S10 Plus da 6,44 pollici sarebbe più grande del 4% rispetto al suo predecessore. Anche il Note 10 appare impostato per uno schermo più grande del 5 percento. Si prevede che il display del Galaxy S10 Lite sia più o meno delle stesse dimensioni di quello del Galaxy S9 di oggi.

Galaxy S10 uscita

Samsung ha dato al CES 2019 l’annuncio della data di lancio e del luogo per il prossimo evento Unpacked. Sebbene non abbia fatto esplicito riferimento al Samsung Galaxy S10, citandolo per esteso, l’azienda ha di sicuro alluso con chiarezza al modello/i 10, con la data dell’evento, l’ora e l’URL del livestream stampati sotto l’immagine di un 10 sul fianco. L’evento si svolgerà mercoledì 20 febbraio alle 11.00 presso l’auditorium Bill Graham Civic di San Francisco.

samsung galaxy s10 evento

 

E se questo tempismo dovesse essere da ritenersi finalizzato a altro, Samsung potrebbe presumibilmente lanciare il suo telefono pieghevole “Galaxy X” per il MWC la settimana seguente, ottenendo una seconda ondata di pubblicità dopo aver svelato il Galaxy S10.

Samsung Galaxy S10 prezzo

Samsung è pronta a seguire la strada aperta da Apple e aumentare i prezzi della sua prossima serie di telefoni di punta. Gizmodo UK riporta che un nuovo Galaxy S10 entry-level, probabilmente il modello S10 Lite, dotato di 128GB di spazio di archiviazione, avrà un prezzo di partenza di a £669 sterline, circa €750. I prezzi da li, poi, salgono per chi vuole i modelli S10 ed S10 Plus, che possono includere una tecnologia fotografica superiore e altre caratteristiche di fascia alta.

Ecco una panoramica dei prezzi riportati per ogni modello e livello di storage. Questi prezzi riguardano il mercato inglese, quindi potrebbero variare anche sensibilmente per l’Italia e non necessariamente al ribasso.

Galaxy S10 Lite, 128 GB: £669 (circa €750)
Galaxy S10, 128 GB: £799 (circa €895)
Galaxy S10, 512 GB: £999 (circa €1120)
Galaxy S10 Plus, 128 GB: £899 (circa €1007)
Galaxy S10 Plus, 512 GB: £1.099 (circa €1230)
Galaxy S10 Plus, 1 TB: £1,399 (circa €1568)

Samsung Galaxy S10 il jack per le cuffie

Prima di dare per scontato l’ingresso per le cuffie, bisogna, ormai, pensarci due volte. Il Galaxy A8S di Samsung non ne ha uno e, a ottobre, la coreana ET News ha riferito che Samsung potrebbe abbandonare l’ingresso per il jack cuffie con il Galaxy Note 10 o il Galaxy S11.

Per ora, però, il jack per le cuffie sembra salvo. Un case, che è stato collegato al Galaxy S10, dispone di un foro per jack per cuffie standard da 3,5 mm. e questa è una ragione sufficiente per sperare nella presenza di questo accesso. Naturalmente, senza sapere nulla del produttore del case o di come questa azienda abbia ottenuto le sue informazioni, non c’è modo di verificare in modo indipendente l’accuratezza del rumor. Bisogna, inoltre, notare anche l’ampia finestra orizzontale sul retro in cui potrebbero essere installate più telecamere.

Samsung Galaxy S 10: sensore per le impronte digitali nello schermo

Qualcomm ha annunciato che il suo chipset Snapdragon 855 supporterà un lettore di impronte digitali a schermo ultrasonico che verifica l’identità utilizzando le onde sonore. Samsung era presente allo show come partner che parlava di telefoni 5G. Mentre il più grande produttore di telefoni cellulari del mondo non ha fatto parola di lettori in-screen, non c’è dubbio che questa sia la soluzione che Samsung stava aspettando.

I sensori di impronte digitali nello schermo si stanno affermando come una caratteristica irrinunciabile nei telefoni di fascia alta. Il OnePlus 6T ha battuto Samsung nel diventare il primo dispositivo disponibile negli USA a possederne uno.

I sensori a ultrasuoni delle impronte digitali promettono di leggere in modo accurato e sicuro l’impronta anche attraverso acqua e sporcizia. Abbiamo visto questa tecnologia in fase di sviluppo da anni e adesso potrebbe essere arrivato il momento di adottarla.

Sei telecamere totali per il Galaxy S10 Plus

Quattro telecamere adorneranno la parte posteriore del Galaxy S10, secondo un recente rapporto, e due risiederanno davanti, almeno nel modello Plus più grande. Il “normale” Galaxy S10 è plausibile abbia un singolo obiettivo frontale.

Le telecamere posteriori multiple dovrebbero avere la possibilità di offrire più opzioni di zoom, più dettagli (specialmente se una telecamera è monocromatica) e la mappatura di profondità per la modalità verticale (“effetto bokeh”) e AR.

Samsung potrebbe utilizzare l’A9 come banco di prova per il design e il software, prima di implementare i miglioramenti nel Galaxy S10. Evan Blass, il frequente leaker su Twitter, ha suggerito, tuttavia, che ci saranno tre telecamere posteriori sul Galaxy S10, non quattro.

Il Samsung Galaxy S10 porterà la modalità verticale nel video?

Qualcomm ha predisposto il supporto per video in modalità verticale nel suo chip Snapdragon 855 per i telefoni del 2019 e oltre, ma ciò non garantisce che Samsung si avvarrà di tale tecnologia.

In tal caso, si potrebbe applicare un effetto bokeh con rilevamento della profondità ai soggetti in video, oltre che in foto.

Samsung Galaxy S10 fotocamera selfie Infinity-O

Sebbene Samsung abbia comunicato al mondo di star lavorando su tre nuovi modelli per i telefoni futuri, l’azienda non si è mai impegnata a portare a compimento i progetti Infinity-V, Infinity-U o Infinity-O per il Galaxy S10.

samsung galaxy s10

A questo punto, però, sarebbe davvero strano se vedessimo qualcosa di diverso dal display Infinity-O, che ha un foro in un angolo per l’obiettivo della fotocamera. Samsung ha ufficializzato il design nel nuovo Galaxy A8S, un telefono per la Cina, ma è probabile che Samsung rilascerà il design su un telefono meno importante in caso di problemi che i progettisti potrebbero affrontare, piuttosto che rischiare il telefono più importante dell’anno.

I render mostrano il “buco” per la fotocamera selfie su entrambi i lati, ma le voci più recenti insistono che sarà sulla destra guardando di fronte al telefono. Blass suggerisce che l’Infinito-O arriverà sul Galaxy S10.

Huawei ha annunciato qualcosa di simile con il suo telefono Honor View 20, ma al posto di un buco tagliato dallo schermo, l’Honor View 20 inserisce la fotocamera sotto una porzione trasparente del display e bisogna ancora poter verificare se questa impostazione influisca sulle foto.

Samsung Galaxy S10 con Face ID in 3D

Quando il Galaxy S9 è stato lanciato e reso disponibile, molti sono rimasti delusi dal fatto che non avessero utilizzato la tecnologia di mappatura di profondità 3D sicura per sbloccare il telefono come con il Face ID di iPhone.

Il chip Qualcomm Snapdragon 845, rilasciato nel 2017, supporta la mappatura con 50.000 punti a infrarossi, rispetto ai 30.000 punti infrarossi di Apple. Invece, il Galaxy S9 ha conservato lo sblocco dell’iride e lo sblocco tramite il volto, quest’ultimo un punto fermo sui telefoni Android.

Ora potrebbe essere il momento per Samsung di aumentare la posta in gioco in merito a sblocco con il viso del Galaxy S10. Varie voci indicano che il Galaxy S10 abbandonerà lo scanner dell’iride in favore di una tecnologia rivale di Face ID. Il chip più recente di Qualcomm supporta un altro tipo di tecnologia di mappatura dei volti che è anche abbastanza sicura per i pagamenti mobili, denominata Sense ID 3D Face Authentication e, forse, è questo sensore che potrebbe far funzionare il riconoscimento in stile Face ID su Samsung.

Oltre a permettere uno sblocco del telefono più sicuro con la scansione facciale, una selfie cam per la mappatura della profondità potrebbe rendere migliori le applicazioni ed effetti AR.

Samsung Galaxy S10 interfaccia

Samsung ha confermato che tutti i telefoni futuri, incluso il telefono pieghevole, utilizzeranno la nuova interfaccia One UI che Samsung ha presentato alla sua Developer Conference di novembre. Il design dell’interfaccia One UI semplifica l’attuale esperienza Samsung e cerca di raggruppare le icone per un uso più semplice con una sola mano. Funzionerà con Android Pie, la nona versione del software mobile di Google, ma non con le versioni precedenti di Android.

 


Samsung Galaxy S10: le caratteristiche tecniche svelate - Ultima modifica: 2019-01-15T07:00:37+00:00 da Francesco Marino

Giornalista esperto di tecnologia, da oltre 20 anni si occupa di innovazione, mondo digitale, hardware, software e social. È stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e ha lavorato per 11 anni al Gruppo Sole 24 Ore. È il fondatore e direttore responsabile di Digitalic

Skin Fujitsu

Non rimanere indietro, iscriviti ora

Ricevi in tempo reale le notizie del digitale

Iscrizione alla Newsletter

controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

Grazie! Ora fai parte di Digitalic!